5 sapori
Bar Lazio
onlusAssociazione la compagnia di gesù
olsa
True Beauty lab

Lo stereotipo del calciatore di successo è sempre lo stesso.

Auto e case da sogno, fidanzate dalla bellezza stratosferica, lusso e reverenza, viaggi e ricchezza infinita.

Neppure un cenno, invece, all’istruzione scolastica e soprattutto neppure una parola su quale sarà poi il destino del giocatore di pallone quando, sulla soglia dei quarant’anni diventerà un ex.

L’eccezione a tutto questo è però Guglielmo Stendardo.

L’ex difensore una volta smesso di giocare è riuscito a laurearsi in Giurisprudenza e avviare un importante Studio Legale.

Guglielmo Stendardo è ora un brillante avvocato e docente di diritto sportivo alla LUISS inventandosi una nuova ed esaltante nuova carriera.

A poche ore dal raggiungimento della testa della classifica della Lazio, l’ex difensore  è intervenuto ai microfoni della trasmissione “PIAZZA D’ARMI 1902” commentando l’importante ed esaltante momento in casa biancoceleste.

“La Lazio sta vivendo un momento magico che certifica la forza di una squadra costruita per fare bene. Tare  non ha sbagliato neanche un colpo e oggi si stanno ottenendo risultati ampiamente meritati. La Lazio gioca bene, nonostante qualche assenza, ma chi subentra fa comunque bene. Complimenti alla società, alla squadra e a Mister Inzaghi e poi ai tifosi della lazio”

La Lazio riuscirà a mantenere la testa della classifica?

“La Lazio merita la prima posizione, non ha mai demeritato, battendo per ben due volte la Juventus, giocando sempre con grande qualità. La lazio ha tutti i mezzi per lottare fino alla fine, non sarà facile però… perché non provarci?!”

poi su Simone Inzaghi

“Simone è migliorato tantissimo negli ultimi anni dal punto di vista tecnico-tattico. Lui è un allenatore con delle idee chiare e semplici, ma sopratutto è molto bravo nella gestione dei suoi uomini e anche bravissimo nella gestione della gara. Simone è um mix di valori importanti e positivi che lo hanno portato a diventare uno degli allenatori più importanti in Italia”

Simone Inzaghi rimarrà ancora alla Lazio?

“Non credo abbia intenzione di andar via da Roma. Lui è legatissimo alla piazza di Roma e all’ambiente biancoceleste. Raggiungendo poi certi traguardi sarà ancora più motivato nel continuare il percorso positivo. Con il raggiungimento della Champions League la squadra sarà maggiormente rinforzata e quindi ci sono tutti i presupposti per fare sempre meglio”

Il direttore sportivo Igli Tare poi avrà un budget ancora migliore dovuto all’accesso in Champions League. Chi arriverà?

“Questo non lo so. Io guardo la Lazio oggi e l’ammiro per i giocatori che ha attualmente. La Lazio può essere migliorata con poche pedine, l’organico attuale e molto competitivo. Tare a luglio farà i suoi calcoli e i suoi ragionamenti guardando anche l’aspetto economico della società”

Hai militato sia nella Lazio che nell’Atalanta, ci sai dire pro e contro di queste due esperienze professionali?

“Sicuramente tutti pro! Con la Lazio ho avuto la fortuna di giocare a Roma, una delle città più belle al mondo, in uno stadio stupendo come l’Olimpico e con un tifoseria che anche nei momenti difficili è riuscita sempre a rimanere vicino la squadra.  Bergamo è una piazza diversa, una piazza che è cresciuta tantissimo negli ultimi anni, grazie anche al presidente Percassi che è riuscito a costruire un piccolo gioiello, facendo quadrare sempre i conti. Negli ultimi anni sta facendo benissimo e l’Atalanta è oramai una realtà consolidata del calcio italiano. Indubbiamente un privilegio per il sottoscritto aver militato a Roma nella Lazio e a Bergamo nell’Atalanta”

Sicuramente Lazio e Atalanta possono essere definite due eccellenze nel calcio attuale:

“Assolutamente si. Pur non spendendo tanto stanno raggiungendo risultati incredibili e inimmaginabili. Con la cultura del lavoro e il senso del dovere e grande qualità queste due realtà ci stanno insegnando che si possono raggiungere traguardi importanti. Lazio e Atalanta sono senza dubbio degli esempi da seguire”

Dopo una breve esperienza alla Juventus sei voluto fortemente tornare a Roma e vestire nuovamente la maglia della Lazio

“La Lazio è una piazza che mi ha dato tanto sia a livello umano che sportivo. Tornando a Roma poi ho potuto concludere il mio percorso di studi e riuscire a laurearmi e diventare avvocato”

Cosa fa adesso Gugliemo Stendardo?

“Sono un avvocato. Gestisco uno studio Legale su Roma e Milano e mi occupo sopratutto di Diritto Sportivo e nello specifico della gestione del rapporto di lavoro tra l’atleta e la società. Sono poi docente alla Luiss e mi diverto a giocare a calcio con la squadra dell’Università”

Sul caos che sta vivendo attualmente il calcio italiano, Guglielmo Stendardo ha un opinione precisa:

“In un momento come questo di emergenza mondiale occorre massimo senso di responsabilità e unità di intenti. Il mondo del calcio è un mondo straordinario ma è necessaria una posizione univoca su tutto quello che sta accadendo. Bisogna usare il buon senso mettendo da parte gli interessi personali. La tutela della salute è priorità assoluta e tutto il resto va in secondo piano. 

G.L.

Live- Piazza D'armi 1902

Posted by Non è la Radio on Monday, March 2, 2020

 

 

“PIAZZA D’ARMI 1902” la nuova trasmissione radiofonica dei tifosi della Lazio”

In onda Il Lunedì e il Venerdì dalle 17 alle 19 su Non è la Radio

 

SEGUICI SU FACEBOOK TWITTER INSTAGRAM

ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE YOUTUBE

 

 

 

 

5 sapori

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here