mafia capitale

Decima ed ultima puntata della Prima Stagione della serie radiofonica “Non è Mafia Capitale”. In studio con Francesco Di Giovanni e Michele Nacamulli, Carlo Maria Guarany.

Guarany è stato vicepresidente della Cooperativa 29 Giugno. La cooperativa sociale al centro dello scandalo del processo del “Mondo di Mezzo”, anche se non era l’unica coinvolta è stata l’unica a fallire.

In questa puntata Carlo Maria Guarany smonta la bufala che collega gli imputati del processo di “Mafia Capitale” con il Clan della ‘Ndrangheta Mancuso.

“Entrambi gli imputati sono stati assolti sia in primo che in secondo grado, ed oggi ancora si accostano i nostri nomi a quello dei calabresi del clan Mancuso. Ormai di “mafia Capitale” parlano tutti, anche senza aver letto le carte. Anche Pignatone nel libro scritto insieme a Prestipino si parla di questo collegamento inesistente. Adesso Basta.”

“In cambio della protezione del clan Mancuso noi avremmo rigirato a loro la pulizia del Mercato Esquilino. Un business da 200.000 euro l’anno, in cui l’amministrazione comunale non c’entrava nulla perché era un accordo tra privati. L’appalto era in perdita, noi lo mantenevamo solo perché ci lavoravano delle persone”.

Ed ancora:

Come ha fatto una Cooperativa con un bilancio di 50 milioni di euro a fallire in pochi mesi? Che fine hanno fatto i 1200 dipendenti che erano estranei agli affari giudicati illeciti di Buzzi?

L’assistenza alloggiativa per gli immigrati era così redditizia? Più del traffico di Cocaina? O sono le ricostruzioni giornalistiche ad aver influito sull’opinione pubblica montata contro i migranti?

“Nel processo è stata criminalizzata la banalità. Dovevamo avere indietro dal Comune grandi cifre che servivano per pagare gli stipendi ai dipendenti. E’ chiaro che cercavamo di averli in dietro. Questo l’hanno chiamato mafia. “

All’interno dei podcast anche le  testimonianza di Norma Borghetto, compagna di Carlo: “Quando ho sentito la parola mafia ho detto ma di chi stanno parlando? Ho avuto la sensazione di essere dentro una trappola, fin dal primo giorno.”

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here