Bar Lazio
onlusAssociazione la compagnia di gesù
olsa
True Beauty lab

Oggi, nel consueto spazio radiofonico di Non è la radio nella trasmissione Febbre da Roma, Danilo Conforti e Riccardo Filippo Mancini hanno intervistato Fulvio Collovati, ex giocatore di Roma e Milan nonché campione del mondo con l’Italia del 1982.

Che impressione ha avuto da questa ripartenza del campionato di serie a, e se ha visto qualche partita?

Intato vi dico che questa ripresa l’aspettavamo tutti da tre mesi. Il calcio che stiamo vedendo in queste prime partite e sicuramente diverso dal calcio che abbiamo imparato a conoscere nel corso degli anni, ma purtroppo al momento dobbiamo accontentarci di questo, e non pensiamo che a settembre gli stadio si riempiano di nuovo probabilmente faranno entrare solo un dieci per cento dei tifosi.

C’è una squadra durante queste poche partite che l’ha colpita in positivo?

In campionato poi non è più una sorpresa l’Atalanta di Gasperini è quella che ami ha colpito di più perché contro la Lazio si è vista una squadra decisamente in forma sotto di due goal ha ribaltato completamente il risultato. In negativo sicuramente l’Inter è quella che è partita un pochino peggio basta vedere l’ultima gara contro il Sassuolo.

Che partita si aspetta dal Milan e dalla Roma domenica lei è anche un doppio ex?

Il Milan è sicuramente molto in forma perché in coppa Italia contro la Juventus sotto di un uomo è riuscita a giocarsela contro una delle squadre più forti in Europa, e anche mentalmente sta molto bene. La Roma contro la Sampdoria ha faticato sicuramente un pò,ma alla lunga è riuscita a vincere la partita con uno straordinario Edin Dzèko, e se no ricordo male nella capitale sponda giallorossa è stato anche criticato, e non riesco veramente a capire il perchè. La partita di domenica sarà una partita carica di significato storico e molto importante anche per la classifica, ma sono certo che sarà una bellissima partita.

C’è un difensore che le assomiglia ad oggi con le sue caratteristiche?

Il ruolo del difensore è totalmente diverso rispetto a quando giocavo io. Di calciatori forti in difesa non ce ne sono tanti anche per la nazionale, e purtroppo non c’è stato un ricambio generazionale infatti la nostra coppia di centrali è Chiellini e Bonucci uno a trentacinque anni e l’altro trentatré e cosi si crea sicuramente un problema.

Cosa pensa di mister Fonseca?

La Roma è quinta in classifica, e secondo me può lottare ancora per la Champions, ma dovrà sicuramente compiere un miracolo perché l’Atalanta l’abbiamo vista tutti quanti come gioca. Il lavoro di Fonseca è straordinario perché gestire una squadra dove ogni giorni si parla solo di giocatori in uscita piuttosto che in entrata non deve essere facile. Purtroppo al momento la Roma non ha una proprietà forte che può garantire al tecnico portoghese una rosa competitiva.

LEGGI ANCHE: IL LIVERPOOL E’ CAMPIONE D’INGHILTERRA

ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE YOUTUBE

SEGUICI SU FACEBOOK  INSTAGRAM TWITTER

krav-maga-national-academy
Mad Global Service
serral-3x3
Groupama Agenzia Roma Aurelio di Alessandro Buttinelli

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here