MAmanero
Bar Lazio
onlusAssociazione la compagnia di gesù
True Beauty lab

La speranza del Vax Day europeo si macchia di polemiche. Bruxelles aveva garantito quote simbolo per tutti gli Stati membri per la giornata europea delle vaccinazioni anti-Covid. Ma, stando ai numeri, così non è stato. Se all’Italia sono state consegnate dalla Pfizer 9.750 fiale, alla Francia ne sono arrivate il doppio per il 27 dicembre. Ma la bufera si abbatte su Berlino. “Alla Germania sono state date oltre 151mila fiale, così va in tilt il sistema delle quote”, è l’accusa. Ma sia l’Ue che Roma si difendono: “Dosi in base alla popolazione”.

La polemica – La prima giornata di vaccinazione, dunque, non poteva trascorrere senza polemiche. L’avvio della campagna, che dovrebbe durare per quasi tutto il 2021, ha scatenato subito una raffica di critiche per il numero di dosi riservate in questa prima fase all’Italia. Dopo una gestione della pandemia non sempre all’insegna dell’unità, inoltre, l’Ue ha potuto festeggiare – almeno come momento simbolico – un avvio della campagna di vaccinazione contro il Covid-19 non del tutto scattato all’unisono. Germania, Slovacchia e Ungheria, infatti, hanno bruciato gli altri sul tempo, somministrando le prime dosi già sabato.

NON È LA RADIO SCENDE IN CAMPO CON LA CITTÀ DI FIUGGI PER SERENA E IL SUO URGENTE INTERVENTO. AIUTACI A DONARE!

ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE YOUTUBE

SEGUICI SU FACEBOOK  INSTAGRAM TWITTER

MAmanero

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here