Una stella cadente
Una stella cadente

Perchè ogni 10 agosto, nella notte di San Lorenzo, o giù di lì, la sera è possibile ammirare le così dette “stelle cadenti”?

COSA SONO LE STELLE CADENTI?

Ogni anno la Terra, ruotando intorno al sole, attraversa lo sciame meteorico conosciuto con il nome di Perseidi, frammenti di corpi celesti, la cui elevata velocità di attraversamento dell’atmosfera terrestre ne provoca il disgregamento e la combustione, fenomeno che genera un grande rilascio di energia che è responsabile della scia brillante che vediamo tracciare il cielo durante questa notte.

E PERCHE’ SI CHIAMA NOTTE DI SAN LORENZO?

Nel 253 d.C., esattamente il 10 agosto, avveniva il martirio del diacono Lorenzo, il cui pianto, secondo la leggenda, ci cade addosso lo stesso giorno ogni anno, sotto forma di stelle cadenti, simbolo evocativo dei carboni ardenti dove pare fu sacrificato.
Dopo quasi duemila anni, abbiamo dimenticato il motivo della sua beatificazione e la notte di San Lorenzo si è trasformata in un imperdibile spettacolo astronomico che ci regala l’opportunità di esprimere un desiderio per ogni scia luminosa vista precipitare.

AGGIUSTAMENTO ASTRONOMICO

Nonostante la notte di San Lorenzo ricada convenzionalmente il 10 agosto, in realtà lo “sciame delle Perseidi” è un fenomeno osservabile frequentemente tutta l’estate, poiché è questo il momento in cui il nostro pianeta si trova ad oltrepassare l’abbondante pioggia meteoritica posta lungo la sua orbita. A partire dalla fine di luglio fino alla metà inoltrata di agosto. Quest’anno il picco di attraversamento dello sciame dovrebbe essere il 12 agosto.

Leonardo Orsi

 

Leggi anche: CIMICE ASIATICA, ALLARME IN ITALIA

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here