Per una volta sull’evasione fiscale siamo d’accordo con Piercamillo Davigo

Perché recuperare evasione fiscale dalle multinazionali e dai ricchi, quando possiamo tartassare il macellaio, il fruttivendolo, il barista o il dentista? Pagare le tasse ha una funzione pedagogica, serve per forzare la narrazione che i servizi dello Stato vengono pagati con le tasse di tutti. Ma non è così.

Bar Lazio
onlusAssociazione la compagnia di gesù
Just fit
True Beauty lab

Punire l’evasione fiscale è un passo fondamentale per ogni Paese che si voglia definire civile. La mancata erogazione all’erario dei corrispettivi dovuti in base alla tassazione vigente, non è tanto una norma che serve a finanziare servizi o ripianare il debito pubblico, ma è un collante necessario ad una comunità che voglia definirsi Stato e prosperare nella Giustizia Sociale.

La parte più “manettara” del Paese, vorrebbe “travaglianamente” che gli evasori fiscali fossero esposti in piazza, magari a testa in giù, ed esposti al pubblico ludibrio. Chiarmente gli evasori fiscali per questi benpensanti sono idraulici, baristi, dentisti, falegnami, artigiani e partite IVA. Rei di evadere le tasse per arricchirsi e comprarsi lussuose imbarcazioni parcheggiate a Porto Fino.

Chi come noi frequenta posti “di un certo livello” dove si beve champagne e si festeggia in barba a chi le tasse è costretto a pagarle, avrà notato certamente accanto al suo tavolo il macellaio o il pescivendolo dove compra abitualmente la carne, il fruttarolo o il dentista dove non pagando la fattura ha risparmiato milioni, ma che dico milioni, miliardi di euro che poi reinveste in fondi speculativi finanziari globali.

Non avrà notato certo il gruppo Kering, scovato dalla Guardia di Finanza, ad eludere al fisco Italiano 1,25 miliardi di euro. Una sola operazione dell’ Agenzia dell’Entrate che ha portato al fisco Italiano risorse necessarie per finanziare 1/3 di Quota Cento, oppure se volete 1/3 di riduzione del Cuneo Fiscale.

Poco importa se l’evasione del macellaio serve per pagare il panettiere, quella del panettiere per pagare il dentista, quella del dentista per pagare il fruttarolo, quella del fruttarolo per pagare il Canone Rai, o per comprare il giornale di Travaglio. L’importante è perseguire, triturare schiacciare ammazzare un’economia fragile come quella Italiana. Manca poco. Ce la possiamo fare. 

Sotto questo punto di vita ci ha molto stupito la dichiarazione di Piercamillo Davigo:

“Carcere per gli evasori? C’è un equivoco di fondo: in Italia si calcola che ci siano 12 milioni di evasori fiscali, significa fare 12 milioni di processi: non è realistico. Ci sono strumenti più efficaci: se si verificasse la compatibilità tra i beni posseduti e i redditi dichiarati, il bene acquistato che non è compatibile col reddito viene confiscato”.

Sarebbe una legge perfetta. Sicuramente ci sarà un boom di evasori macellai che girano in Porsche, io li vedo tutti i giorni in fila alla posta a pagare le bollette mentre giocherellano con le chiavi della loro fuoriserie.

 

Bene, Bravo, Bis Pireca’.

krav-maga-national-academy
Mad Global Service
serral-3x3
Groupama Agenzia Roma Aurelio di Alessandro Buttinelli

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here