5 sapori
Bar Lazio
onlusAssociazione la compagnia di gesù
olsa
True Beauty lab

Un regalo di nozze decisamente sui generis: un buono per un divorzio consensuale gratuito o giudiziale della durata di tre anni. È questo il dono ricevuto in vista delle nozze da una praticante avvocatessa che domani convolerà a nozze con il futuro marito. L’autore del regalo? La sua datrice di lavoro, una professionista specializzata in diritto di famiglia che esercita nel Casertano.

Una provocazione? L’avvocatessa ha spiegato all’ANSA di averlo fatto “un po’ per esorcizzare, un po’ per gioco e anche per scaramanzia” perché, “il costo della fine di un matrimonio manda in rovina ogni famiglia, quindi prima di usare questo buono pensateci bene. Auguri”. Ma soprattutto per sottolineare la tendenza all’aumento delle separazioni nei primi anni del matrimonio. “Se questo matrimonio supererà i tre anni – ha detto ancora la professionista – convertirò il buono in denaro”.

Ma perché oggi ci si separa così in fretta? “Le coppie non si sposano più in età adolescenziale – ha affermato la professionista – ma dopo aver sedimentato abitudini e convinzioni a cui è difficile rinunciare”. “Marito e moglie – approdano all’altare già con una certa solidità economica. Sembrano più dei soci in amore e in affari” e dunque “appena si palesa la necessità di un compromesso è più facile rifugiarsi nello status quo ante che affrontare la difficoltà”.

Francesca, questo il nome della praticante avvocata, per ora ci scherza su: “Considerando quanto mi è costato il matrimonio mi auguro che duri almeno dieci anni. Comunque credo di avere scelto bene”. Anche il futuro marito l’ha presa con filosofia: “Ma il regalo vale anche per il me? Sto coperto pure io?”.

LEGGI ANCHE: “ALLA TERRA RESTANO 7 ANNI DI VITA”

ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE YOUTUBE

SEGUICI SU FACEBOOK  INSTAGRAM TWITTER

5 sapori

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here