MAmanero
Bar Lazio
onlusAssociazione la compagnia di gesù
True Beauty lab

I fatti in un bar di Spresiano (Treviso). Arrestato un uomo di 29 anni. Il racconto del carabiniere: “Così lo abbiamo immobilizzato”

Attimi di paura in un bar di Spresiano (Treviso) dove un 29enne ha minacciato la barista che gli aveva chiesto di saldare il conto. Il malvivente è stato subito bloccato da un carabiniere fuori servizio, il brigadiere Stefano Golfetto e poi dai colleghi, giunti sul posto con due “gazzelle”.

 

Il brigadiere era nel bar a prendere un caffè e ha raccontato di essere stato avvisato dalla titolare della presenza nel locale di una persona sospetta con un biglietto inserito sotto la tazzina: “Per favore rimani nel bar perché c’è una persona che non mi piace”.

 

“Sono rimasto là un po’ più del dovuto a monitorare la situazione” racconta il brigadiere, finché il 29enne “si è alzato per andare a pagare”, ma ha avuto un primo diverbio verbale con la barista per dei centesimi di resto. “A un certo punto ha estratto la pistola che aveva sul fianco e l’ha puntata alla cassiera dicendo: ‘dammi i soldi’. Mi sono avvicinato, l’ho preso da dietro e poi insieme ad un amico che era con me l’abbiamo immobilizzato e gli abbiamo tolto la pistola”.

L’uomo è stato arrestato con l’accusa di tentata rapina e resistenza a pubblico ufficiale: nei prossimi giorni si terrà l’udienza di convalida del fermo. Sembra che la pistola fosse in realtà una scacciacani.

MAmanero

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here