Bar Lazio
onlusAssociazione la compagnia di gesù
olsa
True Beauty lab
Due donne, madre e figlia di 72 anni e 56 anni, sono ricoverate in gravi condizioni in due ospedali di Palermo dopo aver ingerito una pianta che contiene alcaloidi velenosi, la Mandragora autumnalis, che avevano acquistato ritenendola borragine (Borago officinalis) da un venditore ambulante abusivo. 
Le due donne si sono presentate in ospedale con i sintomi dell’avvelenamento: confusione mentale, vertigini, nausea, diarrea e malessere generale.
Sono state salvate grazie all’antidoto trovato all’ospedale di Cefalù. La mandragora è un’erba che può infestare i campi delle coltivazioni di vegetali commestibili ed è tossica. La sua ingestione causa vomito, allucinazioni, pressione alta, tachicardia, problemi gastrointestinali.La mandragora infatti è facilmente confondibile con altre piante commestibili.L’ambulante reo di aver venduto alle donne la mandragora è ora ricercato dai carabinieri.

Sono tanti infatti i casi di avvelenamento verificatisi in seguito all’ingestione di foglie di mandragora, erroneamente scambiate per foglie di altre specie vegetali commestibili come spinaci, borragine, lattuga.

SEGUICI SU FACEBOOK TWITTER INSTAGRAM

ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE YOUTUBE

krav-maga-national-academy
Mad Global Service
serral-3x3
Groupama Agenzia Roma Aurelio di Alessandro Buttinelli

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here