Bar Lazio
onlusAssociazione la compagnia di gesù
Just fit
True Beauty lab

Maria Teresa Bellucci è deputata, Capogruppo di Fratelli d’Italia in Commissione Affari Sociali e Capogruppo nella Commissione Bicamerale Infanzia e Adolescenza. L’Onorevole è intervenuta ai microfoni di Non è la Radio per spiegarci l’attuale situazione degli affidi dei minori in Italia, ne sono emersi dei dati e dei particolari sconvolgenti

in alcuni casi si parla di 44.000 bambini, un monitoraggio che riporta forti lacune parla di 27.000 bambini ma già il fatto che noi stiamo tirando fuori dei numeri senza averne contezza descrive una situazione inaccettabile. E’ impossibile che uno stato non si interroghi su questa questione.

GUARDA E ASCOLTA L’INTERVISTA

LEGGI L’INTERVISTA COMPLETA
Abbiamo in collegamento telefonico, l’On. Maria Teresa Bellucci

Grazie dell’invito

La chiamiamo per un fatto molto spiacevole che è successo alla Signora Sabrina Soster che non riesce a vedere la figlia da diversi mesi, è possibile che una mamma non riesca a vedere la figlia, secondo la legge italiana?

Io sono venuta a sapere di questa situazione drammatica ieri, la signora mi ha contattato tramite delle mamme coraggio legate alla situazione di Bibbiano. Sono una deputata di Fratelli d’Italia e come tale sono membro della commissione bicamerale “Infanzia e adolescenza” a fronte della situazione degli affidi illeciti in Italia

Lo sa quanti sono i ragazzi tolti alle famiglie in Italia?

Sono 500.000!

E c’è da dire che questo non è un dato ufficiale e questo è drammatico, posso aggiungere che non esiste un monitoraggio puntuale in Italia e questo è stato già oggetto di un’indagine conoscitiva della commissione “Infanzia e adolescenza”, quello che emergeva è un’assenza di un monitoraggio puntuale in tutta Italia. A oggi le istituzioni, ed è terribile, non hanno un’informazione certa su tutti i bambini allontanati dai genitori, non hanno un nome ne un cognome.

Ci sono dei monitoraggi fatti da associazioni private, in alcuni casi si parla di 44.000 bambini, un monitoraggio che riporta forti lacune parla di 27.000 bambini ma già il fatto che noi stiamo tirando fuori dei numeri senza averne contezza descrive una situazione inaccettabile. E’ impossibile che uno stato non si interroghi su questa questione.

Un’altra cosa che ci è sembrata allucinante è che alcuni di questi bambini sono stati sottratti per l’indigenza delle famiglie, ma abbiamo scoperto che lo Stato arriva a pagare fino a 400 euro al giorno alle case famiglie per il mantenimento di questi bambini, ma perchè questi soldi non darli alle famiglie indigenti?

Sono d’accordo con lei, infatti questo lo abbiamo inserito nella nostra mozione e lo abbiamo presentato a luglio alla Camera in cui, tra le previsioni, tra le risposte concrete che chiediamo, c’è proprio il prevedere che in caso di indigenza economica MAI(!) in bambini vengano tolti dalle famiglie, ma le dirò di più questo la legge già lo prevede! Noi chiediamo l’applicazione della Legge.

Nell’indagine conoscitiva di cui le parlavo già c’era scritto che il 63% dei bambini collocati in casa famiglia lo erano per indigenza economica per la famiglia

Mi sembra che la somma minima si di 30, 35 euro al giorno

Più alta, la media nazionale è di 130 euro al giorno

Ci camperebbe tutta la famiglia

Certo, assolutamente sì, la cosa è assolutamente vergognosa

Ovviamente poi questi ragazzi, strappati dalle famiglie, col tempo arrivano ad bisogno di sostegno psicologico

Assolutamente sì, non c’è trauma più terribile che essere strappato dai propri genitori, a maggior ragione quando questo avviene in condizioni di indigenza economica, i bambini vivono un trauma che è il più orribile che possano vivere nella loro vita

Anche i genitori vivono questo dramma

Esatto, cosa di più terribile potrebbe capitare a una mamma e a una papà di vedersi strappato il proprio bambino e non da un malfattore che lo rapisce ma dallo Stato

Certo perchè poi pensi che tuo figlio possa pensare che lo hai abbandonato

E quante volte ti interroghi se potevi fare qualcosa di più affinchè questo non accadesse?

Alla fine vedi colpe anche dove non ne hai, a volte basta una denuncia affinchè venga tolto un bambino ai genitori in via precauzionale

Queste sono situazioni diverse, non è proprio così, non basta una telefonata ai carabinieri che in alcuni casi è anche doveroso, se senti qualcosa di grave che sta accadendo nella casa dei vicini è un dovere segnalarlo. Dobbiamo fare chiarezza anche su questo, voltarsi dall’altra parte è una cosa da evitare ma le assicuro che non basta chiamare una volta i carabinieri per togliere i bambini dai genitori

Però si è visto in alcune situazioni che ci sono dei sistemi che non funzionano, per esempio l’altro ieri sono stati confermati i capi di imputazioni per i fatti di Bibiano come maltrattamento, abuso d’ufficio, falso. Ci sono 24 indagati e tutto questo ha dato luce e verità a una situazione che fin dall’inizio necessitava della giusta attenzione ma di cui si metteva anche in dubbio la veridicità. Oggi la chiusura della Procura di Reggio Emilia viene detto che ciò che era stato paventato e scritto è reale.

Speriamo che arrivino anche le sentenze però

Certo, speriamo che arrivi anche il rinvio a giudizio, di queste cose ne dobbiamo parlare, le parlavo dell’indagine perchè l’indagine conoscitiva conclusa nel 2018 a febbraio ma che è durata anni perchè avviata nel 2015, già tracciava questa situazione ma non si è voluta dare la giusta attenzione e importanza, i governi che si sono succeduti non lo hanno fatto. Ancora oggi quando abbiamo provato a parlare di Bibbiano ci è stato detto che non dovevamo parlarne per non strumentalizzarlo. 

Parlare di strumentalizzazioni per Bibbiano poi fa l’effetto contrario, poi diventa quasi una barzelletta, invece se ne deve parlare in modo serio come sta facendo Lei

Parlandone e parlando della verità e cercando la verità perchè comprendere è un dovere di tutti noi, ognuno in funzione del ruolo che ha. La violenza si sconfigge se c’è un’alleanza coesa che su alcuni temi, come questi sui bambini, ci deve vedere tutti uniti, è una priorità davanti a qualsiasi colore politico e ideologia

Entrando nello specifico della Signora Soster, abbiamo sentito solo una campana, ma la Signora l’abbiamo sentita veramente disperata. Di fatto oggi perchè una mamma non può neppure sapere dove è una figlia?

Come detto, per questo caso, sono stata contattata ieri e io ho sentito la necessità e il dovere a fronte della sua richiesta di aiuto di andare a trovarla e ascoltarla, credo sia giusto ancora di più sia il dovere di ogni parlamentare

Questo le fa onore, non fanno tutti così

No, questo è un dovere, dare voce alle persone che rappresentiamo, se non facciamo questo, abbiamo tradito il mandato dei nostri elettori. Detto questo, non faccio il giudice, nel caso della signora, al momento non mi posso esprimere, lei ve l’ha raccontata. Quello che posso dirle, in via generale è che purtroppo capita questo, come nel caso di Bibbiano, dove quei bambini addirittura, in alcuni casi, sono stati manipolati e anche le dichiarazioni fatte dai bambini mettendo in scena dinamiche di terrore

Un po’ come a Rignano

Quella è una situazione diversa, non dovremmo dimenticare nemmeno la comunità Il Forteto, dove Fiesoli ha avuto una condanna, la prima ci fu nell’85 per atti di libidine a danni di minore e per altri 26 anni in quella comunità sono stati inseriti dei minori con sottrazione dei genitori e affidamento a coppie fittizie e funzionali create dal signor Fiesoli, affinchè questi bambini venissero allocati nella comunità del Forteto. 60 bambini per 26 anni, dopo la condanna del Signor Fiesoli sono stati assegnati lì.

Lei pensi che per legge è stata istituita la commissione d’inchiesta sui fatti del Forteto e sono 4 volte da settembre che viene rimandata la sua convocazione perchè non viene definito, da parte delle forze di maggioranza, il Presidente della Commissione. Noi abbiamo denunciato più volte la cosa come Fratelli d’Italia occupando anche la commissione d’inchiesta che si trova a palazzo San Macuto per denunciare l’accaduto.

Onorevole la ringraziamo per essere stata con noi questa sera

Sono io che ringrazio voi, tutti abbiamo delle responsabilità, voi avete la responsabilità di fare comunicazione e di diffondere e quando lo fate esercitate un alto profilo del vostro lavoro, un’etica alta, sono io che ringrazio voi!

SEGUICI SU FACEBOOK TWITTER INSTAGRAM

ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE YOUTUBE

 

krav-maga-national-academy
Mad Global Service
serral-3x3
Groupama Agenzia Roma Aurelio di Alessandro Buttinelli

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here