Notizie false, speculazioni e attacchi ai familiari: come hanno riportato alcuni media la ragazza scomparsa a Banjsko Polje? – Comunità

Come di solito accade quando si riportano eventi tragici, drammatici e delicati, i media vengono rapidamente accecati dalla ricerca dei clic, deviando completamente dal percorso dell'interesse pubblico e pubblicando informazioni non verificate e false, mentre molti altri lo violano. Codice dei giornalisti della Serbia, ma molte altre leggi.

Questo è il caso della seguente bambina di due anni, Tanka Ilik Indizi su Marte Quando scomparve nel villaggio di Banjsko Polje vicino a Bor.

Il portale Klaus Zavnosti è arrivato al punto di pubblicare la notizia con il titolo “Esclusiva: la piccola Tanga è viva” e nel testo affermavano di aver appreso ufficiosamente dalla loro fonte che la ragazza era stata ritrovata.

Non confermato Da parte delle istituzioni competenti questo messaggio è ovviamente falso e nel momento in cui scriviamo si trova ancora sul sito della Glas Javnosti.

“La pubblicazione di informazioni non verificate e non confermate secondo cui la ragazza è stata ritrovata è una flagrante violazione del codice che ha sconvolto molte persone e alla fine ha messo a repentaglio la ricerca”, ha detto a Danas l'avvocato Rodoljub Szabic, membro della commissione reclami del Consiglio della stampa.

Uno degli esempi più eclatanti di violazione dell'etica giornalistica è stato dimostrato ieri dalla redazione dell'Informer.

Voglio dire, i loro giornalisti televisivi stavano facendo una dichiarazione davanti alla casa dello zio del piccolo Thanga e hanno detto loro di coprirsi, cosa che non hanno fatto. Durante la trasmissione in diretta, un cameraman di Informer Television ha sentito le istruzioni del regista in cui suggeriva di picchiare lo zio, dicendo “sarebbe stato un bene per Sher”.

Parte della conversazione del regista con i giornalisti sul sito è stata rimossa dal video in questione, ma il portale Informer ha pubblicato un testo intitolato “Lo zio del piccolo Tangev ha attaccato i giornalisti di Informer”.

READ  Sessione straordinaria del governo serbo: Vucic dice che sono giorni difficili per costruire squadre per la cooperazione di tutte le nostre forze - Politica

Shafik ritiene che la valutazione complessiva dei media sulla scomparsa di Tanka Ilik richiederà molto tempo e, come dice, tale valutazione continuerà quando la ragazza verrà ritrovata viva e vegeta.

“Fino ad allora, i media devono funzionare per adempiere alla loro missione di fornire informazioni obiettive al pubblico”, sottolinea Chapik.

Lui aggiunge che faranno meglio se considereranno due cose menzionate nel codice dei giornalisti serbo.

“In primo luogo, per non influenzare le indagini, cioè le conseguenze previste delle azioni intraprese, e in secondo luogo, per non insultare o abusare dei sentimenti dei genitori o della famiglia della ragazza scomparsa e della loro privacy”, spiega Shafiq.

Questo, come dice, significa non solo evitare speculazioni, ma anche pubblicare e condividere determinate informazioni o documenti.

“Ci vorrà del tempo per un'analisi seria del rapporto, ma si può già dire che sono state pubblicate speculazioni e azioni non verificate, che hanno provocato disordini e reazioni da parte della famiglia”, dice Chapik.

Oltre a pubblicare informazioni false, è pericoloso pubblicare notizie vere in una situazione come questa, ma è pericoloso pubblicarle nel contesto sbagliato.

Così Brodal Bilic ha inviato una “notifica push” in cui diceva che era stata ritrovata una bambina di due anni, ma digitando il messaggio vedrete che la bambina è stata effettivamente ritrovata, ma in Australia.

I media prendono dichiarazioni da oratori indipendenti

Cortana Novaković, segretaria generale del Forum della stampa, ha affermato che il problema è che i media cercano di estorcere dichiarazioni ad interlocutori inappropriati, come parenti e vicini, oltre a pubblicare informazioni false e incomplete.

“I vicini non sanno nulla delle indagini, non sanno nulla dell'evento, ed è sbagliato che i media si occupino della vita privata del padre e della madre del bambino quando si tratta di situazioni come questa”, dice Novaković.

READ  Rubavano veicoli di lusso in Europa, poi li ricostruivano e li vendevano in Serbia

Dice che la reazione dei media alla scomparsa della ragazza è in parte comprensibile dato l'enorme interesse del pubblico per la notizia, quindi stanno cercando di mantenere l'attenzione del pubblico sulla storia.

“Non ci sono nuove informazioni poiché la polizia ha detto che non condividerà ulteriori informazioni ai fini di ulteriori indagini.” “Quando i media non hanno nulla di ufficiale, devono in qualche modo riempire gli spazi vuoti, raccogliendo le notizie dei vicini e dei parenti”, dice Novaković.

I media funzionano così, continua il nostro interlocutore, perché vivono praticamente di clic.

“Quei clic sono il motivo per cui lavoriamo così, e allora tutto diventa importante, e poi i giornalisti scrivono quello che gli viene in mente, o qualunque cosa dica uno di questi corrispondenti inappropriati”, sottolinea Novaković.

Anche le speculazioni sono particolarmente pericolose, insiste, citando l'esempio dei media che hanno pubblicato informazioni sull'esame del poligrafo dei genitori della ragazza scomparsa e sull'esame dei loro telefoni nel tentativo di metterli in dubbio.

“Queste ipotesi sono inutili. Probabilmente tutto questo era una procedura normale durante le indagini e ora i media stanno cercando di ricavarne qualcosa. “Secondo il codice giornalistico serbo è davvero inaccettabile speculare su queste cose quando non sappiamo nulla della scomparsa del bambino”, insiste Novaković.

Secondo il nostro interlocutore, la notizia della scomparsa di Tanka Ilic è avvenuta il primo giorno, mentre il secondo giorno di scomparsa si è protratto fino al pomeriggio.

“Poi tutto è andato storto e, come di solito i media riportano queste cose in modo irresponsabile, hanno iniziato a manipolare i vicini e la vita privata della famiglia”, dice Novaković.

READ  Il virus Coxsackie viene confuso con il virus del morbillo

Insiste sul fatto che i media dovrebbero pubblicare solo informazioni verificate e ufficiali in situazioni così delicate.

“Quando il bambino è scomparso ed è stato lanciato il sistema Trovami, i media avevano l'obbligo di pubblicarlo. Dopodiché, solo le informazioni ufficiali che erano importanti per il pubblico e che avrebbero aiutato a ritrovare il bambino, e dove la madre era andata a scuola, era completamente privo di significato”, conclude Novakovic.

Come identificare una donna se la vedi e a chi segnalarla?

Danka Ilić, una bambina di due anni, è scomparsa martedì intorno all'1.45 a Banjsko polje vicino a Bor, e nella ricerca della bambina sono stati coinvolti tutti i servizi di servizio del MUP.

La madre ha denunciato la scomparsa del bambino intorno alle 15.00.

Foto: MUP

I genitori invitano chiunque abbia informazioni o avvistamenti di Thanga a contattare la polizia al numero 192 o chiamare lo 0652816041.

La ragazza scomparsa ha i capelli castani, gli occhi castani ed è alta 85 centimetri.

Al momento della scomparsa indossava una giacca verde oliva, pantaloni viola, scarpe da ginnastica nere e i capelli raccolti in una coda di cavallo.

Lei scomparve dalla guerra, più precisamente a Banjsko polje, a Ministro degli affari interni Lanciato questo sistema due giorni faTrovami“.

Seguici sul nostro Facebook Instagram Pagina, ma altro ancora Twitter ordine sottoscrivi Versione PDF del quotidiano Thanas.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *