Il mondo che vorrei
MAmanero
Bar Lazio
onlusAssociazione la compagnia di gesù
True Beauty lab

Durante la puntata di ieri di Fatece caso, abbiamo avuto il piacere di parlare con Sonia Annunziata, la promotrice del Progetto “Il mondo che vorrei” che, dopo i successi passati del progetto, ci ha parlato dell’evoluzione dello stesso al 4.0

GUARDA E ASCOLTA L’INTERVISTA:

LEGGI L’INTERVISTA INTEGRALE:

Ciao Sonia, benvenuta a Fatece Caso, noi solitamente facciamo caso a tutto ciò che avviene intorno a noi e abbiamo fatto caso a una locandina che abbiamo davanti agli occhi, “Il mondo che vorrei 4.0” ci spieghi cos’è?

Il mondo che vorrei è un’iniziativa benefica, inizialmente mandava denaro all’estero, abbiamo aiutato i bambini in India, costruendo un pozzo e costruito un casolare con macchine da cucire per abilitare le donne al lavoro, lo scorso natale abbiamo aiutato Save the Children, con il progetto “Luce dei Bambini” e quest’anno ho pensato di rivolgermi all’ospedale. 

Quindi 4.0 perchè è in continua evoluzione questo progetto?

Sì, 3.0 era rivolto al cambiamento, perchè inizialmente tutte queste cose le ho create con altre persone poi ho deciso di appoggiarmi all’associazione Ferruccio Busoni e quindi abbiamo creato il 3.0, il cambiamento perchè era la prima volta che tutti i soldi che raccoglievo venivano girati al nostro paese per l’Ospedale di Fondi. Quindi con il 3.0 abbiamo acquistato una sterilizzatrice.

Perchè mancava all’Ospedale di Fondi?

Sì, veniva fatto tutto a mano, quindi adesso usufruiranno del nostro dono

Ci parli del “Progetto Benessere Luce e Colore”?

Che sarebbe il 4.0 di quest’anno, in pratica abbiamo deciso di risistemare il Pronto Soccorso con questo intervento abbastanza lungo, quindi abbiamo deciso di fare step by step con le prime stanze, accettazione, sala d’attesa e bagno, poi pian piano andremo avanti. L’intento è portare sollievo al malato, viene studiato il colore, lo spazio, affinchè la persona malata che entra possa provare subito un effetto benessere, con un angolo giochi per i bambini, un angolo lettura, un angolo dove ascoltare musica.

Stiamo guardando le foto del vostro progetto ed è veramente come lo descrivi, non sembra nemmeno un ospedale, con le indicazioni dei colori per ogni reparto

Sì, in realtà viene studiato proprio per il benessere di una persona che ha il suo spazio e il suo colore, dietro c’è uno studio fatto con criteri specifici, quindi anche la scelta dei materiali appositi per queste strutture ospedaliere.  Questo è un progetto già presente nel nord Italia o all’estero, è un progetto che non cura la malattia ma che allevia il periodo di degenza il paziente

Un progetto simile è presente da qualche mese anche al Gemelli, quindi vuol dire che state andando nella direzione giusta

Sì, io sono convinta e spero tantissimo di sensibilizzare le persone, la gente ha un po’ paura che i propri soldi non vengano utilizzati 

La gente ha anche ragione ad avere un po’ paura ma in questo caso, oltre a vedere il progetto, voi siete al 4.0 quindi vuol dire che gli altri tre sono andati bene

Anche il 3.0 è andato benissimo, è stato riportato quando abbiamo consegnato l’assegno, abbiamo sempre reso pubblico ciò che abbiamo fatto, abbiamo creato eventi per la raccolta e a ogni evento abbiamo detto la somma a quanto eravamo arrivati

Quindi massima trasparenza!

Sì sì!

Come nasce questa tua passione?

Mi fa star bene. Innanzi tutto nasce dalla voglia di aiutare il prossimo, io da piccola ho subito purtroppo la mancanza di mia mamma, malata di tumore, fare questo mi fa star bene perchè è come se aiutassi lei in qualche modo. Quando raggiungo un obiettivo io sono la Donna più felice del mondo e mi sembra di toccare il cielo

Quindi ci sarà un 5.0, un 6.0, un 7.0 immaginiamo

Io mi auguro che tutto vada bene per questo 4.0, ce la sto mettendo tutta e il 29 novembre faremo una cena di beneficenza, devo ringraziare il grande Sally Cangiano che ci verrà ad aiutare per questa raccolta

Dove la fate questa cena?

Al ristorante Accordion a Fondi, venerdì 29 novembre, alle 20:00, si può prenotare tramite il 320.14.05.491

Mentre per le donazioni si possono trovare le donazioni sulla vostra locandina, Sonia noi ti ringraziamo e complimenti per questa iniziativa, ci piace anche il fatto che dalle grandi ONG vi siate spostati sul territorio, chi vi aiuta e sostiene può vedere con i propri occhi i risultati che ottenete! Non possiamo che farti un applauso 

Grazie!

Noi ti ringraziamo e in bocca al lupo per tutto!

Grazie, buona serata!

Locandina Il mondo che vorrei 4.0

GUARDA L’INTERA PUNTATA

MAmanero

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here