MAmanero
Bar Lazio
onlusAssociazione la compagnia di gesù
True Beauty lab

Non c’è stato nessun insulto razzista. Nella zona del pronto soccorso dove sostava la giovane mamma nigeriana che ha perso la bambina di 5 mesi lo scorso 14 dicembre non c’è stato nessun commento.

In quel momento erano presenti solo lei, il marito, il personale medico, una parente e i carabinieri.

Ad assicurarlo all’Adnkronos sono gli stessi militari. Nessuno ha gridato frasi razziste all’indirizzo della donna e la donna non può aver reagito a questi insulti perché non c’è  stata interazione tra chi aspettava di essere curato e lei.

Al comando per ora non è stata neanche presentata alcuna denuncia per episodi di razzismo.
Insomma, le sardine e i media si sono inventati l’ennesima bufala razzista.

Ma da dove viene la notizia?

La fonte è tal Francesca Gugiatti, sardina, che ha dato conto di quanto sarebbe accaduto durante la manifestazione delle sardine di sabato a Sondrio.

‘Notizia’ poi ripresa da un giornale locale e ripostata sulla pagina del gruppo Facebook delle “Sardine Provincia di Sondrio”. Dopo poche ore la notizia è diventata virale ma in realtà chi l’ha rimbalzata, citava sempre delle fonti poco attendibili.

Poi hanno iniziato i quotidiani, indicandosi l’un l’altro come fonte.

Quello che fa davvero rabbrividire è che la bimba purtroppo è morta davvero. Come si può strumentalizzare una cosa del genere per pura propaganda?

MAmanero

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here