‘Na colletta per sostenere l’industria culturale de ‘Na cosetta: “Non spegniamo la città”

Furti, burocrazia e mancanza di accesso al credito, ci costringono a rivolgerci ai Romani che non vogliono che la città si spenga"

5 furti negli ultimi 3 mesi mettono in crisi una delle poche aziende culturali del Comune di Roma. Le istituzioni e la burocrazia diventano un nemico, invece di sostenere chi porta cultura e sicurezza nelle strade di Roma. intervista a Chiara Ioele, ‘Na Colletta per sostenere ‘Na Cosetta

In italia diventa sempre più difficile, fare impresa culturale. ultimamente di più?

E’ stato sempre un peso, motivo per il quale in Italia non esiste una vera e propria fabbrica culturale, che invece esiste in Francia ed in altri paesi. LA cultura non viene considerata un modello possibile per un’impresa, ma la cultura è a totale appannaggio delle associazioni culturale.

.

Voi ogni sera, ospitate artisti emergenti una scelta coraggiosa?

Per il 90% abbiamo artisti emergenti, che poi nel tempo magari si riescono ad affermare anche nel panorama musicale Italiano. E’ successo con Calcutta, ma anche altri.  E’ una scelta coraggiosa ma non dovrebbe esserlo. Quello che noi volevamo proporre è un’alternativa diversa. Siamo un bistrot all’americana dove chiunque può venire ed ascoltare qualcosa di interessante oltre il mainstream.

Voi oltre che scontrarvi contro il mercato mainstrem musicale vi scontrate anche contro la burocrazia Italiana, della Regione Lazio e del Comune.

Noi non ci scontriamo col mercato. Il mercato è l’unico che ci sostiene. Non abbiamo alcun sostegno dalle istituzioni. Nella nuova legge di bilancio non c’è nessun capitolo di spesa sulle piccole imprese, ne tento meno sulle piccole imprese culturali. A livello Regionale e Comunale, non ne parliamo. Oggi Virginia Raggi ha fato un post vantandosi di aver fatto oltre 70.000 euro di mute ieri sera. Non siamo il bancomat del Comune che ha problemi di bilancio!

 

Alla fine voi chiedete semplicemente di lavorare…

Fateci lavorare e aiutateci a lavorare bene, dobbiamo aggiornarsi costantemente perché le normative Regionali e Comunali cambiano in continuazione. E cambiano non solo a livello di comune, ma anche di municipio, ovvero se ti sposti in una zona di Roma hai leggi diverse che in un’altra.

Spiegaci meglio…

Noi due anni fa abbiamo fatto Na’cosetta estiva, l’anno scorso abbiamo ripresentato la stessa domanda, ma non andava più bene. Ancora oggi non capiamo il perché. Abbiamo dovuto chiudere per qualche giorno,per sistemare tutto,  ma abbiamo dovuto comunque pagare i dipendenti e gli spettacoli che sarebbero dovuti andare in scena,  recuperare è stata dura. un problema burocratico non blocca le mie attività in uscita, ma solo le entrate. Non possiamo neanche organizzare proteste e scioperi perché ogni giorno di chiusura per noi è un costo, di dipendenti e forniture

Come se tutto questo non bastasse, negli ultimi 3 mese avete subito 5 furti

Esatto. Non ne ho idea. I furti vanno dall’approvvigionamento della cucina alle attrezzature per i musicisti. I costi diventano insostenibili da un punto di vista economico. Noi ci siamo inventati imprenditori per costruire qualcosa che sia nostro e per offrire una proposta culturale diversa alla città. Quando subiamo un furto siamo costretti a ricomprare velocemente le attrezzature e quindi siamo di nuovo un bersaglio facile.

Cosa si potrebbe fare per migliorare la situazione?

La legge che chiede la chiusura alle due dei locali, le strade diventano meno sicure. LE strade diventano buie ed inabitate agevolando chi vuole fare dei furti. Per controllare ogni via di Roma non basterebbe l’esercito, noi invece svolgiamo anche una funzione di sicurezza indiretta per i cittadini. 

Avete provato a chiedere aiuto alle banche?

Un’imprenditore si rivolge alle banche quando è in difficoltà. Noi siamo andati in difficoltà per i furti, ma se sei un’azienda in crisi le banche non ti fanno credito. Noi con un prestito di poche migliaia i euro, ed un adeguata rateizzazione non avremmo problemi. Invece siamo costretti a chiedere aiuto ad i nostri clienti. Abbiamo lanciato un’iniziativa “NA’COLLETTA per NA’COSETTA”. Contiamo sull’aiuto di tutti. 

 

LINK PER LE DONAZIONI:

https://it.gofundme.com/f/nacosetta/donate

 

 

 

 

 

MAmanero

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here