Flyfarma

Andrea Bocelli è non solo un testimone mondiale della tradizione musicale italiana, con la sua voce possente e insieme delicata, ma anche un esempio di grande tenacia, coraggio e determinazione.

L’handicap della cecità non gli ha impedito di percorrere una brillante carriera e raggiungere una fama internazionale come pochi altri sono riusciti a fare.

Ecco quando e perché la sua vita è cambiata per sempre.

La “diversità” di Andrea Bocelli è iniziata da piccolissimo: il glaucoma congenito è apparso quando era ancora un neonato e gli è costato enormi difficoltà, frequenti interventi e numerosi problemi di carattere sanitario.

Da piccolo vedeva solo sagome ma mai elementi chiari, ma è in seguito a una “banale” pallonata sul viso, ricevuta durante una partita a calcio, che ha perso totalmente la vista.

Nonostante tutto, Andrea Bocelli ha cercato di vivere un’esistenza da ragazzo “normale”.

Ha frequentato il collegio di Reggio Emilia imparando il linguaggio braille e dopo il diploma si è laureato in legge.

In seguito ha anche ricevuto una laurea honoris causa in filosofia.

Il suo bagaglio di competenze è ricchissimo e si amplia tuttora di giorno in giorno, esperienza (professionale e non solo) dopo esperienza.

Tutto questo senza trascurare la vita privata, dopo il primo matrimonio e due figli, la sua vita è cambiata nuovamente quando ha conosciuto Veronica, la sua attuale moglie, che ha fatto di lui, per sua stessa ammissione, un uomo migliore.

 

LEGGI ANCHE: Calciomercato: Ibra in Italia si ma dove?

SEGUICI SU FACEBOOK  TWITTER INSTAGRAM

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here