MORASSUT (PD): TORRE MAURA MON È RAZZISTA, CASAPOUND SI FINANZIANO IN MODO OPACO

Un comunicato stampa dell'onorevole dem Roberto Morassut denuncia lo stato di insicurezza di Torre Maura, già teatro di scontro tra i rom e alcuni attivisti di estrema destra. L'onorevole accusa l'amministrazione romana di aver dimostrato troppa leggerezza rispetto ai disordini dei giorni scorsi, e ribadisce la sua posizione antifascista

0
116

Torre Maura non è razzista. È un quartiere con una grande storia democratica e di solidarietà e con un fortissimo tessuto associativo. Come tanti altri quartieri di periferia sconta i problemi generali e specifici delle periferie metropolitane. Quanto accaduto dipende da una cattiva gestione del comune che non ha preparato adeguatamente l’inserimento della piccola comunità rom pacifica e regolare”. Così il deputato e membro della direzione Nazionale del Pd, Roberto Morassut, dal presidio antifascista a Torre Maura.

Ed è colpa degli agenti esterni ed estremisti di Casapound e Forza Nuova che organizzano spesso spedizioni di odio con manipoli sempre esterni ai quartieri -spiega Morassut – funzionari politici di organizzazioni che si finanziano in modo opaco e occupano illegalmente edifici pubblici per i propri uffici con la tolleranza del ministro Salvini che dovrebbe sgomberarli”.

Su Torre Maura – continua il deputato dem– bisogna dire la verità: la sicurezza dei cittadini in un quartiere in genere tranquillo è stata messa a rischio da tutto questo. L’arrivo della comunità rom e dei necessari servizi di sicurezza ha risvegliato la reazione delle catene di criminalità locali che si oppongono ad un maggior controllo ed a cui si è saldata l’azione degli estremisti”.

Questa è la chiave di lettura corretta dei fatti. Chi invoca sicurezza provoca disordine. Per Torre Maura come per tutte le periferie servono letture attente, conoscenza e programmi. Ma questo governo e questa giunta bloccano i fondi delle periferie e bocciano la commissione di inchiesta sulle periferie del Parlamento – conclude l’onorevole –
Vogliono gettare il silenzio sulla realtà delle periferie e sul loro concreto riscatto”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here