5 sapori
Bar Lazio
onlusAssociazione la compagnia di gesù
olsa
True Beauty lab

Lancio di bottiglie, scoppio di petardi, accensione di fumogeni, cariche di alleggerimento da parte delle forze dell’ordine: disordini e tensione nella centrale piazza De Ferrari a Genova. In piazza era stata organizzata una manifestazione per protestare contro l’ultimo Dpcm. Circa 500 tra commercianti, studenti, partite Iva, ma anche esponenti della destra genovese e dei centri sociali, si sono radunati davanti al palazzo della Regione e la tensione è salita quanto sono arrivati gli ultras di Sampdoria e Genoa. Non ci sono stati danneggiamenti. La piazza era presidiata dalle forze dell’ordine.

La prima parte della manifestazione si è svolta infatti senza incidenti: i partecipanti avevano quasi tutti la mascherina, ma le distanze non erano proprio rispettate. Il sindaco Bucci si è fermato a parlare con i manifestanti. “Se ci chiudi ci devi pagare”, uno degli slogan urlati. La tensione è salita quando ultras di Genoa e Sampdoria sono arrivati in piazza. Hanno organizzato un corteo, acceso fumogeni, lanciato un petardo verso un blindato della polizia e alcuni hanno colpito con pugni un’auto della polizia, mentre altri hanno lanciato bottiglie contro i poliziotti.

LEGGI ANCHE: CORONAVIRUS, MIOZZO (CTS): “RISPETTARE LE REGOLE O CHIUDIAMO TUTTO”

5 sapori

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here