MAmanero
Bar Lazio
onlusAssociazione la compagnia di gesù
True Beauty lab

Due giovani di 29 e 27 anni sono morti, a Milano, nell’incendio del sottotetto di una villetta di due piani divampato, nel cuore della notte tra giovedì e venerdì, nella zona dei Navigli, al civico 156 di Alzaia Naviglio Grande. Quando i vigili del fuoco hanno spento il rogo, hanno trovato i corpi di un uomo e di una donna. Hanno tentato di rianimarli, ma inutilmente, erano già morti. Uccisi dalle fiamme e dal fumo. Una terza persona, invece, si è salvata e non ha avuto bisogno di cure mediche.

La prima ipotesi

L’allarme è stato lanciato da una vicina di casa. ha visto le fiamme e il fumo salire dal tetto della villetta e ha chiamato i vigili del fuoco. Il tragico incendio sarebbe partito, intorno alle tre e mezza, dal secondo piano dell’abitazione che si affaccia sul Naviglio Grande mentre le due giovani vittime stavano dormendo profondamente al piano terra. Le fiamme potrebbero essere state innescate da un corto circuito, avvenuto nel sottotetto, perché sembra che nell’abitazione fossero in corso dei lavori di ristrutturazione.

Chi sono le vittime

I due giovani uccisi nel sonno dall’incendio divampato nel cuore della notte nella loro abitazione erano un 29enne originario di La Spezia e una ragazza di 27 di Milano. I vigili del fuoco sono riusciti a salvare una terza persona, parente della giovane, di 59 anni, che non ha avuto bisogno di cure mediche. L’autorità giudiziaria ha affidato gli accertamenti tecnici al Comando provinciale dei vigili del fuoco, mentre le indagini sono a cura dei carabinieri.

LEGGI ANCHE: CADE L’ACQUA SANTIERA, MUORE UNA BAMBINA

MAmanero

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here