MAmanero
Bar Lazio
onlusAssociazione la compagnia di gesù
True Beauty lab

Prima o poco dopo hanno probabilmente rubato rolex e cellulare a un pensionato in via Settembrini, e a pochi minuti di distanza hanno sgozzato e ucciso Stefano Ansaldi, ginecologo 65enne di Benevento con studio a Napoli, con una coltellata alla gola. Sgozzata per una rapina finita male intorno alle 18.30, la vittima stava passeggiando all’angolo fra via Scarlatti all’angolo con via Mauro Macchi, sotto un’impalcatura di un palazzo coperta da teli di plastica. Il medico è stato aggredito a pochi decine di metri dalla Stazione Centrale: è stramazzato per terra, in una pozza di sangue, con una profonda ferita alla gola. Il coltello è stato rinvenuto sul posto. È morto rapidamente prima dell’arrivo dei sanitari dell’ambulanza. Forse Ansaldi si trovava occasionalmente nel capoluogo lombardo.

I responsabili delle due aggressioni, al medico e al pensionato, sono probabilmente le stesse due persone. Gli investigatori al momento non hanno elementi incontrovertibili per collegare i due episodi, avvenuti comunque nella stessa zona e a pochi minuti di distanza. I carabinieri, scrive il Corriere Milano, hanno rinvenuto il cellulare del pensionato a bordo della metro rossa, su un vagone a Bisceglie. Hanno seguito il segnale del telefono, ma non hanno trovato i rapinatori. Dopo l’omicidio via Macchi era stata parzialmente chiusa, con la Scientifica che ha svolto i rilievi e gli investigatori che hanno controllato le telecamere della zona, anche quelle dei negozi chiusi, alla ricerca di testimoni. Nella stessa zona nel 2018 un cittadino bengalese era stato ucciso da due marocchini.

NON È LA RADIO SCENDE IN CAMPO CON LA CITTÀ DI FIUGGI PER SERENA E IL SUO URGENTE INTERVENTO. AIUTACI A DONARE!

ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE YOUTUBE

SEGUICI SU FACEBOOK  INSTAGRAM TWITTER

MAmanero

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here