Mentre la Serbia protesta contro le frodi elettorali e la violenza per l'omicidio irrisolto di Oliver Ivanovic, Marinica Debic afferma: Il governo celebra il sangue e l'omicidio (video, foto) – Elezioni 2023

Dopo una pausa di due settimane, la Serbia ha protestato contro la violenza davanti alla Commissione elettorale repubblicana in via Kralja Milan a Belgrado, che secondo i rappresentanti del gruppo politico è stata truccata il 17 dicembre dell'anno scorso. Ospitato dal regime di Aleksandar Vucic.

Dopo il discorso della vicepresidente del Partito Libertà e Giustizia Marinica Debic, diverse migliaia di cittadini si sono radunati prima davanti al RIK, poi in una colonna di protesta, hanno raggiunto la chiesa di San Marco e hanno acceso le candele per gli assassinati. Oliver Ivanovic con i rappresentanti della Serbia contro la violenza.

Foto: Nađa Vukajlović/ Danas

– Buonasera, chi è venuto di sua spontanea volontà, non ha pagato. “Prima di tutto voglio ringraziare tutti coloro che mi hanno inviato messaggi meravigliosi, i miei compagni e i medici che ci hanno aiutato in questa lotta”, ha detto Marinika Debic, che sta digiunando da più di dieci giorni nell'istituto. A quelli riuniti al RIK.

Alla manifestazione in Serbia contro la violenza per le frodi elettorali e l'omicidio irrisolto di Oliver Ivanovic, Marinica Debic ha detto: Il governo celebra il sangue e l'omicidio (video, foto) 3
Foto: Lena Stevanovic/Danas

La “grande notizia per la nostra famiglia europea”, ha aggiunto, che domani inizierà il dibattito al Parlamento europeo sulle elezioni in Serbia, le ha fatto sorridere.

– Ha saputo mostrare al mondo e all'Europa che le elezioni sono state rubate. Se rinunciamo a questa lotta, non avremo altre elezioni – ha sottolineato Debic.

Durante la protesta in Serbia contro i brogli elettorali e le violenze causate dall'omicidio irrisolto di Oliver Ivanovic, Marinica Debic dice: Il governo celebra il sangue e l'omicidio (video, foto) 4
Foto: Lena Stevanovic/Danas

Il vicepresidente del Partito Libertà e Giustizia ha sottolineato che il governo è sopravvissuto politicamente ai due brutali massacri, gli anni più tristi della storia della Serbia, che si sono conclusi con fuochi d'artificio e festeggiamenti.

Ha detto che anche i rappresentanti del governo hanno festeggiato l’uccisione di Oliver Ivanovic nel 2019.

– Sai perché? Perché celebrano il sangue e l'assassinio – ha detto Tepić.

READ  Il ritorno della tastiera fisica: se ami i telefoni BlackBerry, questo accessorio per iPhone ti lascerà a bocca aperta

– Il suo regno è stato segnato dall'oppressione e dall'omicidio, e non dobbiamo permettere che ciò segni la fine del suo regno. Se qualcosa va storto sei responsabile e devi assumerti la responsabilità per tutti coloro che hanno votato per te – ha concluso Marinika Debic.

Dopo la sua presentazione davanti alla sede del RIK è iniziata una marcia di protesta verso la chiesa di San Marco, dove sono state accese le candele per Oliver Ivanovic.

Hanno partecipato anche gli studenti del movimento Borba.

Va tenuto presente che sei anni fa, in questo giorno, fu ucciso un politico serbo del Kosovo. Oliver IvanovicNessuno ha ancora rivendicato l'omicidio, nessuno figura nella lista dei serbi controllati dal regime di Belgrado, Aleksandar Vucic, mentre i politici dell'opposizione serba hanno dedicato una notte di protesta contro le violenze. Caso triste.

E ricordiamo che ieri, nella sessione plenaria dell'organismo, gli eurodeputati hanno votato, nonostante le accuse secondo cui il Parlamento europeo non discuterà e non approverà alcuna risoluzione sulle manovre elettorali di Aleksandar Vucic. Domani, 17 gennaio, si discuterà delle elezioni serbe, che a febbraio voteranno la risoluzione.

Seguici sul nostro Facebook Instagram Pagina, ma altro ancora Twitter ordine sottoscrivi Versione PDF del quotidiano Thanas.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *