MAmanero
Bar Lazio
onlusAssociazione la compagnia di gesù
True Beauty lab

Mauro Antonini: sono stanco di essere il vostro bersaglio

Non era ancora passata la delusione per la mancata candidatura al Comune di Roma, dopo gli attacchi di una certa stampa, solo per aver aderito in passato a Casapound, che, a ridosso delle suppletive del 16 gennaio scorso, una semplice foto scattata ad un evento organizzato dalla candidata del centrodestra, Simonetta Matone, ha riportato in auge la figura del “fascista” Mauro Antonini, quasi a voler etichettare la campagna elettorale dell’ex magistrato, ora Consigliere dell’Assemblea capitolina sui banchi della Lega

Continuano ciclicamente gli attacchi alla tua immagine, anche su testate nazionale, ormai non puoi più muoverti…

Sarebbe ora di smetterla col noto giochino di sbattere “il mostro” in prima pagina per cercare di screditare gli avversari politici… Perché di fatto La Repubblica, ed altri giornali, sono gli organi di “informazione” dei partiti di centrosinistra e non perdono occasione per ricominciare con la storia del fascismo ad orologeria. Io non mi presterò ad essere il burattino di nessuno, né lo strumento per i giochetti di altri. Sono un uomo libero, faccio e farò politica, dove come e quando mi pare senza l’aver timore di creare imbarazzo (ma di cosa poi?!!) a nessuno.

Quale è stato il tuo percorso politico?

Sul mio nome si continuano a fare strumentalizzazioni solo perché ho iniziato la mia attività politica tanti anni fa con Casapound e fino a due anni e mezzo fa ne ero il responsabile regionale, nonché candidato Presidente per la Regione Lazio. Cosa altrettanto nota, però, è che io da tempo non ne faccio più parte e mi sono riposizionato seppur restando nell’ambito del centrodestra. Si continua a buttare, quindi, solo del fango sulla mia persona con il puro scopo di condizionare la competizione elettorale di turno sempre della stessa parte politica».

In quale forza ti riconosci oggi?

Volevo darmi da fare per Fratelli d’Italia ma dopo l’etichetta di fascista non mi è stato concesso, ora mi ritrovo nelle posizioni di Matteo Salvini, come tanti che, come me, vivono i problemi reali che le persone affrontano quotidianamente.

In quali posizioni della Lega e del suo leader ti ritrovi?

Sulle battaglie in difesa dei confini nazionali, su quelle sociali a favore del popolo, in modo particolare nei confronti delle partite Iva. Condivido, poi, la sua linea degli ultimi giorni contro il rincaro delle bollette e come la pensa sulle materie prime».

Rinneghi il tuo passato?

Perché dovrei farlo!? Però è passato, basta! Quanta gente era iscritta al Partito Comunista ed ora si dichiara serenamente di centro sinistra?

Ma Mauro Antonini è mai stato violento o accettava la violenza come strumento politico?

Assolutamente no! Come tanti miei amici, di destra o di sinistra, non ho mai commesso alcun reato, il mio casellario giudiziario è trasparente, ho solo partecipato a manifestazioni politiche e pacifiche di protesta. Pur credendo in determinati valori, il mio attivismo non ha mai precluso la libertà altrui. Ho sempre rispettato chi la pensa in modo differente.

Però non rinneghi di essere di destra…

Non ho alcun problema a dirlo, come fa bene a dirlo chi è di sinistra. Non capisco cosa ci sia di male. Avere un pensiero, un’opinione, non è un peccato. Non bisogna strumentalizzare un determinato fatto per far prevalere il pensiero unico. Sono per la destra, così come sono per la democrazia, dove ognuno è libero di militare dove vuole e manifestare, senza alcuna esitazione, le proprie idee, senza subire attacchi o accanimenti ingiustificati.

Cosa fa Mauro Antonini oggi, oltre a continuare a fare politica?

Ho intrapreso già da tempo un serio cammino di rappresentanza per le PMI, sono il Presidente di un contratto di rete su base nazionale e ciò mi impegna moltissimo. Versano in in una crisi profonda da anni e la pandemia ha peggiorato notevolmente la situazione, se non si fa qualcosa di veramente importante nei loro confronti vedo la situazione davvero destinata a peggiorare nel prossimo futuro…

Valerio Scambelluri

MAmanero

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here