Macron taglia l’insegnamento della lingua Italiana nelle scuole Francesi

Docenti francesi e intellettuali italiani, da Andrea Camilleri ad Ascanio Celestini, hanno firmato un appello per il ripristino delle cattedre

Emmanuel Macron dimezza i posti messi a concorso per insegnare la lingua italiana nelle scuole e nelle università. Il tutto a pochi giorni dalla visita del presidente della Repubblica Sergio Mattarella ad Amboise, città in cui nel 1519 morì Leonardo da Vinci, per celebrare assieme al presidente francese il cinquecentenario della morte del genio italiano.

ean-Luc Nardone, presidente degli italianisti francesi:”L’insegnamento dell’Italiano rischia di deperire in maniera grave a causa delle scelte del governo”

Nardone e i firmatari dell’appello hanno sottolineato il paradosso della decisione dell’Eliseo, visto che la richiesta di studiare l’italiano da parte dei ragazzi non sta diminuendo. Anzi: la domanda di giovani che chiedono di cominciare a cimentarsi con la lingua di Dante negli atenei francesi sta crescendo, perché molti non hanno potuto studiarla al liceo, loro malgrado. “Siamo di fronte a una politica vessatoria”, si legge nell’appello.

 

MAmanero

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here