Bar Lazio
onlusAssociazione la compagnia di gesù
olsa
True Beauty lab

LUDWIG, IL DJ CHE CI FA RIVIVERE GLI ANNI 90, CI PRESENTA LA SUA BOOM BOOM

Dopo poche ore dall’uscita del suo ultimo singolo, BOOM BOOM, su tutte le piattaforme diitali, il singolo ha già raggiunto migliaia di strimmate.

Ludovico Franchitti, in arte Ludwig è il giovane dj romano, idolo dei giovani, siamo riusciti ad intervistarlo stamattina presto, tra una telefonata ed un vocale whattsapp che lo hanno letteralmente assediato, facendogli esplodere il telefono, tra i messaggi dei fans e degli amici di sempre.

Come è nata la tua passione per la musica?
Mi è sempre piaciuto creare, sono un tipo “Curioso” e la mia testa non smette mai di
pensare, sognare. Sono sempre stato appassionato al mondo della musica, mi sono
ispirato molto ad Avicii e gli Swedish House Mafia. Ho incominciato a scrivere sin da
giovanissimo, tra i 14 e i 15 anni con la mia prima consolle, e lì ho scoperto quanto
mi piacesse. Poi mi sono esibito in piccoli locali romani fino a che non è partito il
progetto. Mi è capitato di tutto e grazie ai miei fans che sono qui adesso. Cresco
ogni giorno con loro.

Come nascono le tue canzoni?
Con spontaneità, dentro c’è il vero Ludwig!
Lavoro al testo, alle musiche e a ogni dettaglio ma l’ispirazione mi viene da ciò che
mi circonda, da quello che vedo, dalle storie delle persone vicine e da lì cerco di
raccontarlo a parole mie con testi che abbiano sempre carica ed energia. Mi piace
fare casino!

Hai un grande seguito, specialmente tra i ragazzi, secondo te perchè?
Perchè anche a loro piace fare festa, come me! Parlo di loro, di situazioni divertenti,
di quello che ci circonda e vedere tutto questo affetto ogni giorno mi rende davvero
felice. Siamo una grande famiglia.
In questi mesi così particolari ci siamo uniti ancora di più e il potere della
condivisione è quello che per me rende tutto questo speciale: sui social hanno
ballato con me anche tante mamme e papà! Mi sono davvero divertito.

Qual è la sua situazione artistica attuale?
Lo scorso 29 febbraio c’è stata l’ultima data di un tour incredibile (all’Atlantico di
Roma) e mi sono divertito come non mai. La situazione al momento è difficile per
tutti; il mondo è fermo ma ho cercato di fare comunque tanta musica, di sentirmi
vicino a chi mi segue. Il contatto con il mio pubblico è per me fondamentale e
questo lo sto compensando facendo qualcosa che possa essere positivo, o almeno
spero. La condivisione di cui parlavo, insomma.

Abbiamo visto che è uscita una nuova canzone. Puoi dirci qualcosa?
È appena uscita la mia nuova canzone, “Boom boom”. Ho deciso di ritornare un po’
agli anni Novanta. Mi piaceva tutto di quel periodo e così ho preso spunto da lì per
creare qualcosa di mio. Il mio pezzo richiama una canzone uscita tra gli anni ’90 e
2000: racchiude le mie sonorità preferite ma in chiave Ludwig. Un piccolo omaggio a
una canzone che ricorda la spensieratezza di quando ero più piccolo.

Valerio Scambelluri

krav-maga-national-academy
Mad Global Service
serral-3x3
Groupama Agenzia Roma Aurelio di Alessandro Buttinelli

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here