stadio
Tor di Valle ora
Bar Lazio
onlusAssociazione la compagnia di gesù
olsa
True Beauty lab

Quando anche i Grillini votano NO!

E’ proprio il IX Municipio, a maggioranza Grillina a votare, venendo meno le infrastrutture necessarie, la delibera Grancio-Fassina e il conseguente annullamento del pubblico interesse dell’opera, come era previsto dall’amministrazione Raggi che aveva approvato il 14 giugno 2017 il pubblico interesse dell’opera, “Bloccheremo l’opera!” annunciano i Grillini.

“Questo progetto ha troppe ombre, è tempo di prenderci le nostre responsabilità”, spiega il consigliere Paolo Barros, del Movimento 5 Stelle. che aggiunge: “Dobbiamo tornare alle battaglie sull’ambiente, questo stadio avrà un impatto troppo forte sulla città forse la sindaca pensa che si potrebbe risolvere potenziando la Roma-Lido, ma non credo. Magari lei ha una visione diversa. Io però mi metto nei panni dei romani: già adesso siamo secondi al mondo per numero di ore perse in auto. Voglio lo stadio ma in un altro posto”

Alla vicende giudiziarie, agli arresti, agli avvisi di garanzia e alla bufera mediatica, si aggiunge anche l’annullamento del pubblico interesse dell’opera, a questo punto, citando Carlo Verdone, la domanda è: “Lo stadio a Tor di Valle, ce serve o non ce serve?”.

Chiaro che lo stadio serva, sia alla Roma che alla Lazio, probabilmente però da un’altra parte e concepito nella legalità.

 

Leonardo Orsi

 

krav-maga-national-academy
Mad Global Service
serral-3x3
Groupama Agenzia Roma Aurelio di Alessandro Buttinelli

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here