Lazio's Argentine forward Joaquin Correa (C) celebrates after scoring during the UEFA Champions League round of 16 first leg football match Lazio Rome vs Bayern Munich on February 23, 2021 at the Olympic stadium in Rome. (Photo by Alberto PIZZOLI / AFP) (Photo by ALBERTO PIZZOLI/AFP via Getty Images)
MAmanero
Bar Lazio
onlusAssociazione la compagnia di gesù
True Beauty lab

Nel post-partita di Lazio-Bayern, Correa espresso la sua opinione sulla sconfitta di ieri e su quello che andrà fatto da sabato.

Lazio-Bayern non è andata come il popolo laziale si aspettava, una sconfitta era stata messa in preventivo ma una prestazione così da parte dei biancocelesti un po’ meno. Gara interpretata con timore e poca concentrazione, gli errori di Patric e Musacchio ne sono la prova, ma Simone Inzaghi potrà lodare almeno lui, l’unico spiraglio di luce in campo ieri con l’aquila sul petto: Joaquin Correa, che insieme a Marusic sono gli unici che forse si salvano. L’argentino sembrava il meno scrupoloso e tentava anche alcune giocate, tra l’altro è sua la firma dell’unico goal messo a segno dalla Lazio, ma successivamente “el tucu” ha anche detto la sua a riguardo: “La prestazione non è stata la migliore, abbiamo dato tutto anche se fatto qualche errore e con loro lo paghi. Dobbiamo rialzaci subito consapevoli che manca tanto in campionato. Al ritorno dobbiamo andare a testa alta. Sono venuto qua per giocare la Champions, è successo dopo 20 anni di giocare un ottavo di finale anche se non è andata benissimo. La voglia c’è, continuiamo a testa alta per l’onore che merita questa maglia. Venivamo da grandissime partite e risultati buoni, poi capitano queste partite con queste squadre. L’importante è che la Lazio si sta facendo vedere a livello internazionale. Ora abbiamo una partita importante in campionato”. Inoltre Correa è intervenuto anche ai microfoni di SkySport, dove replica: “Abbiamo fatto qualche errore, poi però siamo arrivati davanti alla loro porta un paio di volte e siamo stati vicini al gol. Quando poi ci siamo allungati, loro hanno saputo fare la differenza. Andremo lì per dare il 100% per onorare la maglia”.

PARLANO GLI ITALIANI BLOCCATI IN BRASILE: «ABBANDONATI QUI, NEANCHE L’AMBASCIATA SA COSA FARE»

ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE YOUTUBE

SEGUICI SU FACEBOOK  INSTAGRAM TWITTER

 

MAmanero

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here