Fatece caso
MAmanero
Bar Lazio
onlusAssociazione la compagnia di gesù
True Beauty lab

Dopo un lungo silenzio in rete, Lapo Elkann è tornato sui social. Lo ha fatto in una data significativa: il 20 novembre, il World Children’s Day.

Il rampollo di Casa Agnelli ha scelto la Giornata internazionale dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, che quest’anno segna il trentennale dell’approvazione della Convenzione ONU, per raccontare le iniziative benefiche a cui si sta dedicando (ultima in ordine di tempo la firma del protocollo di intesa tra la Fondazione Laps e la Croce Rossa Italiana – Comitato Regionale Sicilia con il fine di migliorare il welfare-mix siciliano) e soprattutto per confessare un trauma del suo passato.

“Oggi, il 20 novembre – dice Elkann –, si celebra in tutto il mondo la Giornata internazionale dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza.

Come ho avuto modo più volte di raccontare pubblicamente da bambino ho sofferto sia di dislessia sia di sindrome di iperattività e sono anche stato abusato sessualmente, ma non è un giorno in cui voglio parlare né di me né di quello che è successo a me”.

VOGLIO PARLARE DEI BAMBINI

“Voglio parlare dei bambini – aggiunge Lapo –, dell’infanzia e di questi giovani. E vorrei parlare di Laps Libera Accademia per Progetti Sperimentali. Laps si occupa proprio di questo.

Lavora sulla dislessia, lavora sull’iperattività, lavora sui problemi legati alla dislessia, sui problemi legati all’iperattività, su problemi legati agli abusi e si occupa proprio di riportare, di ridare e di ridonare il sorriso e la felicità a bambini e ad adolescenti che non hanno le stesse possibilità e opportunità e privilegi che ho avuto io nella mia vita”.

LEGGI ANCHE: VIDEO HARD NEL BAGNO DELLA DISCOTECA, SOSPESO PORTIERE DELLA REGGIANA

MAmanero

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here