Il Golpe in Cile
Il Golpe in Cile

L’11 settembre del 1973 il generale cileno Augusto Pinochet decide che bisogna mettere fine al caos, secondo il suo punto di vista, in cui versa il suo paese.

Con l’attiva collaborazione del governo statunitense porta a termine un colpo di stato che mette fine al governo di Unidad Popolar di Salvador Allende che aveva vinto democratiche elezioni il 3 novembre del 1970.
Allende muore, probabilmente suicida, mentre, armi in mano, difende la Casa Rosada, sede del governo.

Molti degli esuli che fuggivano dalla dittatura trovarono rifugio in Italia. Tra loro anche il complesso degli Inti Illimani che girò l’Europa perorando la causa dei loro concittadini.

LEGGI ANCHE: 11 SETTEMBRE 2001, IL DIARIO

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here