Zecca dei boschi
MAmanero
Bar Lazio
onlusAssociazione la compagnia di gesù
True Beauty lab

E’ stata battezzata “zecca dei boschi” ed è una zecca pericolosa non solo per gli animali ma anche per l’uomo.

Popola le campagne nel periodo primavera-estate.

Si tratta di zecche dalla forma arrotondata e protette da una sorta di scudo e per questo denominate “dure”.

Avere un contatto con loro può scatenare patologie pericolose tipo la “Malattia di Lyme” e la meningoencefalite.

Cosa possiamo fare concretamente per evitare di farci rovinare le nostre scampagnate da questi insetti?

Semplici precauzioni da seguire:

Il Ministero della salute ha rilasciato delle indicazioni da seguire a tal proposito:

  • Ed evitare il più possibile il contatto con la vegetazione
  • Indossare abiti di colore chiaro perché non attrae gli insetti.
  • Indossare abiti lunghi e resistenti.
  • Indossare scarpe alte e chiuse.
  • Indossare dei guanti nei casi in cui si raccolgono funghi o altro.
  • Utilizzare sulla pelle repellenti per insetti e spruzzare gli stessi anche su abiti e zainiSe ci si accorge che vi è un corpo estraneo attaccato ad un punto della nostra pelle bisogna innanzitutto accertarsi che si tratti proprio di una zecca.

    In questo caso va subito rimossa.

    Per togliere la zecca bisogna afferrarla bene con una pinzetta senza stringerla troppo per evitare di romperla e rimuoverla facendo un movimento rotatorio della pinzetta..

    Se parte del rostro (l’organo che la zecca usa per attaccarsi) o della testa rimane dentro va tolto con l’aiuto di un ago sterile.

    A questo punto non resta che disinfettare.

    Se nel corso del mese successivo all’evento si notano sfoghi in prossimità del punto colpito dalla zecca, debolezza o ingrossamento dei linfonodi è bene consultare subito il medico avvisandolo dell’accaduto.

MAmanero

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here