Questa è la storia di papà Salvatore, che ha deciso di punire in maniera esemplare il figlio 16enne bocciato a scuola.

Quando arrivano le bocciature, probabilmente è perché non ci si è impegnati abbastanza durante l’anno scolastico oppure ci si è distratti con altre cose.

Ad ogni modo, si tratta di una grande delusione non soltanto per chi viene bocciato ma anche per la famiglia.

Questo uomo, in un gruppo social, l’uomo ha pubblicato un annuncio nel quale cercava un lavoro per il figlio durante tutto il periodo estivo:

il requisito fondamentale riguardava la retribuzione, che doveva essere scarsa o assente.

“Cerco lavoro per mio figlio. Preferibilmente lavoro di fatica anche a 1 euro l’ora, per punizione a seguito di bocciatura”.

Solo periodo “estivo”, recita l’annuncio, che si conclude in un modo ancora più particolare:

“Pagamento anche con baratto, del tipo che lui lavora e io e mia moglie veniamo a mangiare gratis (se si tratta di ristorazione)”.

Un annuncio molto strano che se ha sollevato qualche sporadica ed isolata polemica, ha anche riscosso un grande successo diventando virale.

Sono arrivati gli applausi per il papà da tutto il web, mentre altri utenti hanno dato solidarietà al ragazzo bocciato a scuola, che sicuramente dovrà affrontare un’estate molto difficile.

Nel frattempo l’annuncio su Facebook è stato cancellato: potrebbe essere a causa della troppa risonanza, ma anche perché Salvatore potrebbe aver trovato il lavoro giusto per suo figlio.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here