La Russia ha chiesto una riunione del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite sull'Ucraina – Mondo

Il primo vice rappresentante permanente della Russia presso le Nazioni Unite, Dmitry Polyansky, ha dichiarato oggi che la Russia ha chiesto di tenere una riunione del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite sull'Ucraina il 22 marzo.

“Sarebbe bello se i rappresentanti della NATO nel Consiglio di Sicurezza ci spiegassero la loro logica subdola. Prima hanno detto che la NATO dovrebbe espandersi in Ucraina perché la Russia non attaccherà un membro della NATO, e ora sentiamo che alla Russia non può essere permesso di conquistare l'Ucraina perché attaccherebbe anche la NATO”, ha detto Bolzhansky.

Secondo lui, queste questioni “sgradevoli ai nostri omologhi occidentali” saranno discusse in dettaglio nella riunione del Consiglio di Sicurezza del 22 marzo.

Un diplomatico russo ha sottolineato che Nicolas de Riviere, rappresentante permanente della Francia presso l'ONU, non ha detto nulla durante la sessione odierna del Consiglio di Sicurezza sull'iniziativa del presidente francese Emmanuel Macron affinché i paesi occidentali inviino le loro truppe in Ucraina.

Bolzhansky ha aggiunto che Robert Wood, vice ambasciatore americano presso le Nazioni Unite, “non ha detto nulla sulla rete di basi segrete” che la CIA ha allestito sul territorio ucraino negli ultimi otto anni.

Egli ha sottolineato che è deplorevole che “l'ambasciatore tedesco, solitamente molto attivo”, non sia intervenuto all'incontro di oggi.

“Sarebbe interessante sentire il suo punto di vista sulla conversazione con alti ufficiali militari tedeschi su come aiutare gli ucraini a distruggere la testa di ponte della Crimea e colpire in profondità nel territorio russo”, ha detto Bolzhansky.

READ  I nuovi chip audio Qualcomm offrono supporto AI e maggiore potenza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *