MAmanero
Bar Lazio
onlusAssociazione la compagnia di gesù
True Beauty lab

LA RAGGI INCIAMPA SULLA FASE 2

A pochi giorni dall’inizio della tanto attesa FASE 2, con i contagi che almeno per ora stanno scendendo a Roma ed in tutta Italia, con Andrea de Priamo, Capogruppo di Fratelli d’Italia in Campidoglio, ospite della trasmissione Un caffè con… di Valerio Scambelluri, abbiamo affrontati alcuni argomenti cruciali che riguardano noi romani…

Nemmeno siamo usciti di casa e già torniamo a pagare le strisce blu…

Non ci si crede! I romani sono stati 2 mesi chiusi in casa, senza lavorare e senza prendere i soldi della cassa integrazione, i commercianti sono disperati e non sanno nemmeno come potranno riaprire e il movimento 5 stelle pensa di tassare gli automobilisti rimettendo subito una tassa!

Mentre la ZTL è aperta, questo crea ancora pià confusione ai cittadini.

Tra l’altro il centro storico da sempre è invaso di turisti, che ad oggi sono totalmente assenti, e per andare incontro ai commercianti si doveva cercare di avvicinare i cittadini al centro, così si allontanano e basta!

La loro motivazione è che con le strisce blu gratuite la gente parcheggia per tante ore occupando un posto auto, ma anche se questo fosse vero questo basterebbe farle gratuite con l’obbligo del disco orario per garantirne la turnazione.

Comunque oggi si discute una nostra mozione in Aula per riportarle a titolo gratuito ma la possibilità che sarà bocciata è alta.

Come cambierà il nostro modo di prendere il mezzo pubblico?

Sui mezzi pubblici ci saranno i cartelli e gli adesivi per invitare al distanziamento, cosa che faranno a campione anche gli agenti della polizia locale, ma che non potranno presidiare ovviamente tutti i mezzi…

State studiando mezzi alternativi al TPL?

Tante città rivedranno la loro mobilità cittadina, questa maggioranza sta pensando alla ciclabilità ed ai monopattini, ma voi dovete immaginare la signora di una certa età, con le buste della spesa, che va in monopattino, e dai…

Passa il tempo ma l’ATAC non smette di avere problemi con i mezzi pubblici…

Dopo i famosi autobus presi a noleggio in Israele che non potevano girare su Roma perchè inquinanti, agli ultimi 227 acquistati da Roma Capitale e locati ad ATAC, di cui 91 sono stati richiamati in fabbrica dopo un solo giorno per possibili difetti di fabbrica, il disastro di quanto compete questo assessorato continua, senza dimenticare il filobus Metro Laurentina-Fonte laurentina, i cui lavori iniziarono sotto la giunta Alemanno, e che fu inaugurato in pompa magna dalla Raggi… beh ad oggi sono tutti fermi perchè i fenomeni a 5 stelle hanno fatto scadere il bando sulla manutenzione ed i mezzi non possono più girare… la verità è che sono dilettanti allo sbaraglio, totalmente incompetenti!

Ci parli dell’idea della Sindaca Raggi di mettere dei chioschi a forma di ananas ad Ostia?

In realtà è un’idea di Paolo Ferrara, ex capogruppo capitolino, sostituendosi alla pentastellata Presidente del Municipio, che con una manifestazione d’interesse pubblicata sul sito del Comune di Roma, ha annunciato questo bando, senza discuterne con nessuno, nè in Municipio nè in Campidoglio… e vi preciso che lui non ha deleghe su Ostia, è andato avanti di testa sua, mettendo in secondo piano la Presidente di Pillo.

Faremo un’inerrogazione in Aula per capire le linee guida di questo bando e cercheremo di fare chiarezza.

Durante l’intervista è arrivata una telefonata di un dipendente della Roma Multiservizi, società oggi al 51% di AMA ma totalmente pubblica al momento della costituzione, alla quale il Campidoglio affida da anni alcuni servizi, dalle pulizie nelle scuole, al giardinaggio, alla vigilanza, i cui dipendenti sono da sempre bistrattati da questa amministrazione, con un contratto appena prorogato ma non finanziato, quindi non stanno al momento operando, anzi sono stati messi in cassa integrazione.

La proposta di Fratelli d’Italia e di farla ritornare completamente di proprietà del Campidoglio per rendere onore a tutti i loro lavoratori che negli anni hanno assunto competenze e professionalità.

Che cosa state pensando per aiutare il commercio?

Abbiamo chiesto l’abbattimento di tutti i costi e di rivedere i piani di massima occupabilità per dare più spazio esterno alle attività, senza togliere decoro al centro storico, e comunque legati ad un periodo ben determinato.

Spero che tutte le forze politiche che a parole dicono di voler aiutare i commercianti dopo non si tirino indietro, cercando di sveltire l’iter burocratico più possibile, la nostra proposta è il silenzio-assenso nei 10 giorni successivi la richiesta.

A livello nazionale con Giorgia Meloni abbiamo proposto di snellire tutta la burocrazia il più possibile, con impegno a controllare successivamente, così come ha appena fatto il Governatore Marsilio in Abruzzo.

E con le scuole a che punto siete?

Nel caos più totale, non si parla delle scuole ma si dice di aprire ai centri estivi, non capendo che in queste condizioni nessun privato si metterà a rischiare i propri denari in un’attività a rischio come questa, mi auguro quindi che si inizi a ragionare sulle riaperture per settembre degli edifici scolastici, pur capendo l’importanza del gioco e della socialità per i bambini.

Valerio Scambelluri

segui Valerio Scambelluri – Informazione ed intrattenimento a 360 gradi per le prossime interviste

MAmanero

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here