MAmanero
Bar Lazio
onlusAssociazione la compagnia di gesù
True Beauty lab

Dove sono finiti i poeti di una volta? Non esisteranno più grandi poeti come Dante Alighieri o Boccaccio? Ci accontenteremo solo dei nuovi cantanti Trap?

I poeti ci sono e sono attivi su tutto il territorio Romano e non solo. Jacopo Lubich e Mauro Simeone, esponenti del collettivo “Castelli Poetry Slam“, sono intervenuti ai nostri microfoni per spiegarci che la poesia non è morta e non morirà mai.

“Non possono rubare ciò che è di tutti! La poesia non è del poeta, la poesia è di tutti , la poesia viene da fuori, da un cosmo. noi siamo solo porta voci!”

L’arte poetica è di tutti, bisogna solamente stimolarla e farla uscire fuori. Loro stanno agendo sul territorio dei Castelli Romani per dar voce alla comunità collettiva. Stanno dando voce a quel suono che tutti odono ma che non riescono a tradurre. Quindi, un grazie speciale a loro che mediano tra l’universo e le nostre emozioni.

Allegato troverete l’intervista completa dei due poeti.

Audio integrale dell’intervista :

MAmanero

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here