MAmanero
Bar Lazio
onlusAssociazione la compagnia di gesù
True Beauty lab

“La LEGA non è la stampella di Zingaretti!”

In seguito alla comparsa di un fotomontaggio, in cui compare Il Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, abbracciato con i Consiglieri regionali del Lazio della Lega, Pasquale Ciacciarelli e Laura Cartaginese, rei, secondo un articolo comparso su Etruria news, di aver consentito al Presidente del PD di raggiungere il numero legale in aula in fase di approvazione dei debito fuori bilancio, abbiamo intervistato il Consigliere Ciacciarelli, uno dei due “rei” per capire meglio cosa sia realmente successo

Onorevole, sui social è bufera da quando è comparsa la notizia del numero legale raggiunto solo grazie alla tua presenza e della collega Laura Cartaginese, ci racconti la tua versione?

Niente di più falso! Si continuano ad effettuare consigli regionali su una piattaforma web non funzionante e certa stampa mistifica la realtà dei fatti. Il mio voto sulle variazioni di bilancio di Zingaretti è stato contrario. Mi tutelerò per vie legali. Evidentemente sono scomode le mie battaglie per mettere in luce tutte le magagne di Zingaretti e compagni sulla sanità.”

Quindi come giudichi l’offerta sanitaria di Zingaretti?

Io capisco che siamo nel pieno di una pandemia, ma non condivido le scelte fatte, soprattutto quelle non fatte. Mi spiego: nel Lazio, in provincia di Frosinone in particolare, ci sono molte strutture dismesse che così come sono costano un occhio della testa ai contribuenti. Perché non convertirle per gestire al meglio l’emergenza e dare ai cittadini un’offerta sanitaria degna? Lo dico da mesi a questa Giunta, ma sono sordi ai bisogni dei cittadini!

E per quanto riguarda gli aiuti alle imprese?

Beh non servo io per far capire a tutti che sono totalmente inadeguati! Tante sono le serrande che stanno chiudendo nel totale silenzio, ed il tessuto commerciale si sta impoverendo ogni giorno di più… Si chiedono sacrifici ai commercianti ed alle piccole imprese e poi non ci sono i ristori adeguati.

Alla luce dell’aumento costante dei contagi, come giudichi la gestione dell’emergenza da parte di questa Giunta?

Sono tanti i cittadini che, a causa della pandemia, sono stati costretti a chiudere la propria attività o a vedere dimezzati gli introiti mensili. Lo hanno fatto durante la prima ondata e lo stanno facendo anche ora, in silenzio, senza spaccare vetrine ecc.

Ma molti di questi sono stufi, stanchi di sentire dichiarazioni ogni giorno diverse da parte del presidente della Regione Lazio Zingaretti, del premier Conte, dei virologi, non ultima quella del dottor Vaia direttore sanitario dello Spallanzani, il quale afferma che il virus ha ora una bassa letalita’, colpisce persone già malate ed è sbagliato chiudere scuole e palestre, consiglia addirittura di aprire tutto intensificando, però, i controlli.

Tutto questo mentre Zingaretti e l’Ordine dei medici descrivono un quadro a tinte fosche. Dove sta la verità? Perche’ non si mettono d’accordo? Come gruppo regionale Lega Lazio stiamo preparando una richiesta di commissione straordinaria sulla sanità con la presenza dell’assessore D’Amato e il dottor Vaia per ottenere dei chiarimenti in merito.

I cittadini hanno bisogno di chiarezza, soprattutto quando gli vengono imposti sacrifici immani…

Onorevole, sono bastate queste tue poche parole per farmi tornare ad avere l’immagine che avevo di te, battagliero ed all’opposizione come sempre, come poi i tuoi elettori ti vogliono ed in effetti se guardiamo il tuo post in cui denunci questa fake news da cui siamo partiti, mi sembra di poter dire che nessuno ci aveva creduto…

Sono stato eletto per fare opposizione ma soprattutto per cercare di fare del mio meglio per il benessere di tutti i cittadini del Lazio, non solo quelli che mi hanno votato, e così farò fino a fine mandato.

Valerio Scambelluri

SEGUI https://www.facebook.com/Valerio-Scambelluri-Informazione-ed-intrattenimento-a-360-gradi-101327704854787 PER LE PROSSIME INTERVISTE

 

MAmanero

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here