MAmanero
Bar Lazio
onlusAssociazione la compagnia di gesù
True Beauty lab

Quello che segue è lo sfogo di Pia, mamma di Luca, che tramite la pagine fb “Vorreiprendereiltreno” ha espresso tutto il suo disappunto nei confronti di un sacerdote che non ha voluto suo figlio a catechismo.

Oggi eravamo pronti per iniziare le lezioni di catechismo e ci siamo quindi presentati in parrocchia, a Roma, per l’iscrizione ai corsi. Ma, con nostro grande sgomento, il sacerdote invece di accoglierci come tutti gli altri, ci ha letteralmente buttati fuori. Il sacerdote ci ha chiaramente detto, utilizzando un linguaggio offensivo, che Luca non poteva iscriversi in quanto disabile e ciò avrebbe comportato per loro una responsabilità che non potevano assumersi.La Chiesa non è un centro di riabilitazione, né un parcheggio per bambini con disabilità, per le mamme che cercano un’ora di svago. E’ assurdo che chi dell’accoglienza e inclusione dovrebbe farne una missione tenga questo atteggiamento intimidatorio ed esclusivo.Vorrei solo che si sappia che ci sono purtroppo in giro anche preti che indossano una tonaca senza avere un’anima”.

Pia, mamma di Luca ci scrive:"Mi sento svuotata, colpita nel profondo ed ho bisogno di raccontare la mia brutta…

Posted by Vorreiprendereiltreno on Monday, February 10, 2020

LEGGI ANCHE: Gregoretti, il Senato vota sì per il processo a Salvini

Bandiscono i videopoker dal loro bar per non rovinare i clienti

SEGUICI SU FACEBOOK TWITTER INSTAGRAM

ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE YOUTUBE

MAmanero

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here