censura_fotografica_social_nonèlaradio
MAmanero
Bar Lazio
onlusAssociazione la compagnia di gesù
True Beauty lab

Nella puntata di “Follower” di venerdì 29 marzo condotta da Elsa Terenzi e Alessandro Battistini, abbiamo avuto ospite Federico Emmi caporedatore di Discorsi Fotografici .

Professionista fotografo ed esperto del mondo digitale, Federico Emmi è co-fondatore di Discorsi Fotografici: molto più di un magazine online. Punto di riferimento e di discussione nel panorama italiano della fotografia tradizionale e digitale. Autore dell’articolo “La censura in fotografia ai tempi dei social”, Federico è stato ospite oggi ai nostri microfoni per affrontare un argomento di grande attualità ma anche di difficile amministrazione.

Tanto facile delegare ad un click la censura di un contenuto su Facebook o Instagram, quanto difficile che la burocrazia amministrativa di questi colossi social riesca ad essere trasparente per gli utenti. Se gli utenti poi, sono professionisti di arti visive e fotografiche come nel caso di Discorsi Fotografici, è bene essere pronti ad affrontare il ginepraio di logiche e formalismi nel quale si può incappare.

Si parte dalla censura delle prime arti visive: pittura e scultura, per finire agli scatti che oggi popolano le nostre news feed, sotto l’occhio vigile di algoritmi che bloccano sempre più foto di nudo e meno di violenza. Come fare dunque per avere una tecnologia sempre più attenta e sensibile a contenuti violenti, senza limitarne la libertà?

Ascolta le risposte di Federico Emmi nell’ AUDIO INTEGRALE DELL’INTERVISTA:

 

Elsa Terenzi e Alessandro Battistini

Può interessarti anche: “LA MORTE CORRE SUL WEB: LA STRAGE IN NUOVA ZELANDA COME IN UN VIDEOGAME.”

MAmanero

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here