MAmanero
Bar Lazio
onlusAssociazione la compagnia di gesù
True Beauty lab

La Banana di Cattelan sta facendo molto scalpore. Innanzi tutto Parliamo dell’artista.

Maurizio Cattelan è l’artista italiano più pagato al mondo.

Incomincia la sua carriera a Forlì, negli anni ottanta, collaborando con alcuni artisti del luogo.

L’esordio espositivo è nel 1991. Alla Galleria d’arte moderna di Bologna presenta Stadium, un lunghissimo tavolo da calcetto con ai due lati due schiere di giocatori.

In cui i bianchi erano le riserve del Cesena e i neri degli operai senegalesi che lavoravano in Veneto.

Le sue opere combinano la scultura con la performance, ma spesso includono eventi di tipo “happening”, azioni provocatorie, pezzi teatrali, testi-commento sui pannelli che accompagnano sue opere d’arte.

cattelan

Tra le sue opere provocatorie ricordiamo una foto di Bettino Craxi con la scritta “vota DC”, oppure una scultura raffigurante Giovanni Paolo II che stramazza al suolo colpito da un meteorite.

Cattelan

Ha disegnato e realizzato banane in plastica e in vetro e  semplici oggetti come lampade e la sua Toilet Paper. Questa volta ha deciso di utilizzarne una Banana vera per la sua opera/installazione intitolata Comedian.

cattelan

L’istallazione ha trovato spazio all’ ART BASEL di Miami, esposta nello stand della Perrotin’s Gallery come riporta The Art Newspaper.

Il frutto è attaccato al muro bianco con un nastro adesivo grigio e per ora sta lì, visitabile da tutti i visitatori della Fiera e acquistabile al prezzo di 120mila dollari.

Il valore di un’opera d’arte, oltre che per il senso artistico che rappresenta, è sempre stato dato dalla sua notorietà. Non mi stupisco infatti se alcuni collezionisti siano disposti a spendere delle vere e proprie fortune per avere un cavallo blasfemo o un wc d’orato.

Quello che mi chiedo è come si possa spendere 120 mila dollari per una banana vera. Di certo non è un investimento a lungo termine, prima o poi marcirà. Mi conforta il fatto che il valore di qualcosa non sempre coincide col suo prezzo, e per ora nessuno è disposto a spendere quella cifra per ottenere la preziosa opera.

Cattelan

Qualora fosse venduta, correrò in ferramenta a comprare del nastro telato grigio, dovrei avere ancora a casa della frutta.

Leggi anche: Il titolo del Corriere dello Sport è bellissimo

 

 

 

MAmanero

1 COMMENT

  1. Chi non ha talento usa lo scalpore come fondamento della propria arte. Sarrebe bello che lo stupore fosse suscitato dalla bellezza e dalle capacità tecniche e non da costrutti concettuali forzati al fine di fare parlare a prescindere del proprio “lavoro”. Vedo queste “opere” e mi rendo conto che malato, annoiato ed esausto è il mondo dell’arte…..che pena

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here