MAmanero
Bar Lazio
onlusAssociazione la compagnia di gesù
True Beauty lab

L’Onorevole Andrea Delmastro Delle Vedove, Capogruppo di Fratelli d’Italia in Commissione Esteri, responsabile degli affari Esteri per Fratelli d’Italia ha presentato un’interrogazione parlamentare sul caso degli italiani bloccati in Brasile

Ascolta l’intervento dell’On. Delmastro a Non è la Radio

INTERROGAZIONE A RISPOSTA IN COMMISSIONE
presentata dall’On. ANDREA DELMASTRO DELLE VEDOVE il 12/02/2021 11:07
Affari Esteri
Al Ministro degli Affari esteri e della cooperazione internazionale – Per sapere – premesso che:
Il 15 gennaio, il Ministro della Salute pro tempore Roberto Speranza ha emanato un’ordinanza che ha interrotto, senza eccezione alcuna, i collegamenti con il Brasile;

il blocco è stato rinnovato il 30 gennaio, fino al 15 febbraio. Secondo le prime stime, vi sarebbero circa 1.500 persone bloccate, sorprese alla sprovvista da un’ordinanza che ha dato alcun tempo per organizzarsi; tra queste vi sono bambini che rischiano di perdere l’anno scolastico, persone affette da malattie che hanno bisogno di farmaci specifici e cure mediche, persone minacciate di essere licenziate se non tornano al lavoro;

i cittadini chiedono di poter fare rientro presso il proprio domicilio, seguendo le misure di sicurezza adeguate per garantire la sicurezza agli altri ma anche a se stessi e hanno lanciato una petizione online rivolta al Governo; in una precedente interrogazione, tuttora inevasa, si chiedeva al Governo se intendesse assumere un provvedimento ad-hoc per far rientrare i cittadini residenti in Italia bloccate in Brasile che ne facciano richiesta, una soluzione richiesta anche dall’Ambasciatore d’Italia in Brasile, Francesco Azzarello, ma che il Governo non ha mai ascoltato;

nel corso della gestione dei rimpatri degli italiani bloccati all’estero a causa della pandemia, l’interrogante ha sollecitato a più riprese il Governo facendosi promotore una serie di atti affinchè, in assenza di una chiara strategia politica da parte della maggioranza, si potesse progredire con speditezza al rimpatrio degli italiani;

in primo luogo, è stato suggerito di ricorrere ai fondi messi a disposizione dall’Unione Europea mediante il Meccanismo Europeo di Protezione civile che permette di coprire fino al 75% dei costi di rimpatrio e di abbassare il costo dei biglietti a carico dei cittadini italiani. Anche su questa soluzione, il Governo si è dimostrato riottoso ed è ricorso solo in pochissime occasioni a questo prezioso contributo;

in secondo luogo, è stato suggerito di ricorrere a voli charter da parte di Alitalia, compagnia che beneficia di ingenti aiuti di stato che, ai sensi dei Trattati europei, andranno recuperati. La soluzione prevedeva di compensare il costo dei voli dal rimborso degli aiuti concessi, al fine di rendere Alitalia veramente una compagnia di Stato e di consentire ai cittadini di fruire di un servizio fondamentale come quello dei trasporti anche nei momenti di peggiore difficoltà;

resta tuttora incomprensibile, a giudizio dell’interrogante, la scelta del Governo di mantenere le restrizioni per i paesi in Lista F anche per gli i residenti in Italia che si trovano momentaneamente all’estero in luogo di procedere ad un piano di rimpatri selezionati al fine di garantire il ritorno in sicurezza dei nostri concittadini e il rispetto dei termini e delle procedure della quarantena, utili a bloccare la diffusione delle varianti del coronavirus in Italia; -: quali siano gli intendimenti del Governo in merito alla predisposizione di un piano di rimpatri per i cittadini bloccati in brasile che, alternativamente, utilizzi i fondi per i rimpatri del meccanismo europeo di protezione civile o voli charter da parte di Alitalia da scomputare dalle somme da recuperare degli aiuti di stato; se il Governo intenda derogare alle restrizioni della Lista F per i residenti in Italia attualmente bloccati in Brasile

On. ANDREA DELMASTRO DELLE VEDOVE

PARLANO GLI ITALIANI BLOCCATI IN BRASILE: «ABBANDONATI QUI, NEANCHE L’AMBASCIATA SA COSA FARE»

ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE YOUTUBE

SEGUICI SU FACEBOOK  INSTAGRAM TWITTER

MAmanero

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here