MAmanero
Bar Lazio
onlusAssociazione la compagnia di gesù
True Beauty lab

Secondo i dati Istat, nel 2020 il Pil italiano stimato sui dati trimestrali grezzi ha avuto una riduzione dell’8,8%. Il dato è lievemente migliore delle attese del governo che nella Nota di aggiornamento al Def aveva stimato per l’anno una contrazione del 9%. Nel quarto trimestre 2020 il Pil è sceso del 2% rispetto al trimestre precedente e del 6,6% rispetto al quarto trimestre del 2019.

Variazione acquisita per il 2021 a +2,3% – Il Pil acquisito per il 2021, quello che si otterrebbe se la variazione di tutti e quattro i trimestri dell’anno fosse zero, è positivo, pari a +2,3%.

Gli effetti delle restrizioni – Commentando i numeri registrati, l’Istat spiega che l’economia italiana registra, dopo il buon recupero del terzo trimestre (+16%), una nuova contrazione nel quarto “a causa degli effetti economici delle nuove misure adottate per il contenimento dell’emergenza sanitaria. Tale risultato determina un ampliamento del calo tendenziale del Pil: da -5,1% del trimestre precedente a -6,6%”.

Sul fronte della domanda, l’Istat segnala un contributo negativo sia della componente nazionale (al lordo delle scorte), sia della componente estera netta.

PROSEGUONO LE CONSULTAZIONI, EUROPEISTI: ‘LA PERSONA GIUSTA È CONTE’

ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE YOUTUBE

SEGUICI SU FACEBOOK  INSTAGRAM TWITTER

MAmanero

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here