contro_asmodeo_homar_iafisco_nonèlaradio
MAmanero
Bar Lazio
onlusAssociazione la compagnia di gesù
True Beauty lab

Nella puntata di giovedì di “Follower”, condotta da Elsa Terenzi e Alessandro Battistini, abbiamo avuto ospite Homar Iafisco, autore del libro “Contro Asmodeo”, edito Mondadori, una storia vera del bene che vince sul male.

Benvenuto Homar Iafisco ai microfoni di “Non è la Radio”. “Grazie a voi!”

Puoi introdurci questo libro appena uscito, anticipo che tratta di una storia vera.
Contro Asmodeo è un libro edito Mondadori, Intrecci Edizioni, presentato da poco.

AUDIO INTEGRALE DELL’INTERVISTA:

Sappiamo che sei stato anche in Rai, ospite da Marzullo a presentarlo. Vuoi raccontarci tu di cosa si tratta?
“Il titolo è Contro Asmodeo, è un libro autobiografico, Asmodeo è un’entità malefica della mitologia cristiana, e in questa storia io vado contro di lui.
Il messaggio principale è che il bene vince sul male, si tratta di vittorie quotidiane, c’è un percorso lungo, difficile, un percorso fatto di fede, grazie all’aiuto di Padre Amorth, che è stato un grande esorcista del quale sono stato figlio spirituale, grazie a Padre Gemma, anch’esso esorcista. Grazie a loro sono riuscito ad affrontare tutte queste avversità create proprio dal male, tante persone non credono all’esistenza del male, grazie a questo lo lasciano libero di poter fare quello che vuole.”

Anche tu ti sei trovato in tante situazioni camuffate da bene, in luoghi apparentemente belli in cui si nascondevano cose pericolose e perverse, quindi anche tu non credevi ci fosse questo male che ti se trovato oggi a raccontarlo?
“Sì, io venivo da tutt’altro mondo, venivo da una vita mondana, frequentavo il mondo dello spettacolo, vivevo nel mio mondo fatato e poi mi sono ritrovato di fronte a una realtà che mi ha scosso tantissimo e mi ha messo di fronte a qualcosa che io non conoscevo e non avevo nemmeno le armi giuste per affrontare queste tematiche che ho affrontato grazie a questi sacerdoti e persone della finanza che mi hanno aiutato molto.
Leggendo questo libro, alla fine il lettore si immedesima in quello che legge, a metà percorso io ho visto la luce che ha cambiato la mia vita e anche il lettore può trovarla, durante la lettura.”

Una delle più grandi vittorie del diavolo è quella di far credere che il diavolo non esiste. “Esatto, questo lo diceva sempre Padre Amorth”

Il primo a parlare di Asmodeo fu proprio Tobia.
“Sì, lui è uno dei 18 demoni più potenti che porta avanti una legione enorme di anime perse, tante persone cadono nella sua trappola. Vorrei specificare che non sono io la persona posseduta ma io sono stato colpito di riflesso e nel libro racconto il tentativo di aiutare questa persona a me molto cara.”

Nel libro si racconta questa vicenda molto personale di Homar?
“Intanto scopro che la chiamata del Signore non è per questa persona ma era proprio per me: Homar.”

Quindi la tua vita è cambiata radicalmente?
“Totalmente, io adesso io vivo nella Pace del Signore, prima facevo tante cose ma non ero in pace con me stesso, mi mancava qualcosa, mi mancava la felicità e la gioia di Dio, non avevo quella serenità e quella pace nel cuore che solo facendo entrare Dio nella nostra vita si può ottenere, non facendo vita mondana.”

Visto che tu credi molto nella preghiera, come ti aiuta questo nella vita quotidiana?
“Intanto mi sveglio, segno della croce, piede destro a terra e ringrazio il signore per avermi concesso un altro giorno di vita, che non è scontato. Ogni giorno lo dobbiamo sfruttare al meglio e condividerlo con tutti, facendo del bene e aiutando gli altri. Sono 6 anni che frequento la Onlus Gesù Giuseppe e Maria di Nazareth, Claudio è una persona che adoro e che ho conosciuto tramite Luigi Franceschetti a cui ho dedicato il libro e che purtroppo è scomparso 4 anni fa.”

Chi era l’Homar prima di questa esperienza e chi è l’Homar di adesso?
“Diciamo che io ho sempre avuto una certa predisposizione alla fede, sono cresciuto in una famiglia cattolica, devota a Padre Pio, forse è per questo che il Signore ha voluto farmi intraprendere questo percorso per riportarmi a lui. L’Homar di oggi è sicuramente un Homar migliore, più felice, ho creato un esercito di anime per pregare, io credo molto nella potenza della preghiera. L’Homar di oggi è sicuramente un Homar con una luce diversa.”

Dove possiamo trovare “Contro Asmodeo”?
“Su Amazon o Mondadori Store online e anche nelle librerie Mondadori, farò una presentazione a Modena il 14 aprile alla fiera del Libro, un’altra a maggio ad Acerra al Teatro Pulcrano e a Roma in zona Prati in data ancora da stabilire, è iniziato un Tour meraviglioso che deve essere un messaggio di speranza per tutti.”

Homar ti ringraziamo tanto nella speranza di riaverti qui ai nostri microfoni.
“Grazie a voi, ci vediamo presto!”

Facciamo un in bocca al lupo al nostro Homar, con l’augurio di venire a trovarci presto ai nostri microfoni di “Non è la Radio”. 

Intervista di Leonardo Orsi e Elsa Terenzi. 

 

MAmanero

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here