Puntata integrale de I due Leocorni del 22/03/2019.

Prima Parte:

Seconda parte:

Per l’intervista a Gualtiero Alunni, ascolta la seconda parte dal minuto 33:00 fino al minuto 47:00.

Che cos’è il corridoio Roma-Latina?

In poche parole, è un’autostrada a pedaggio che parte dall’A12 Roma-Civitavecchia e arriva a Borgo Piave di Latina in parte sovrapponendosi alla Pontina. Inoltre è presente un’altra bretella chiamata Cisterna-Valmontone che si inserisce sull’A1. E’ una grande opera da 3 miliardi di euro, partita con la Legge Obiettivo quando inserirono i project financing con soldi pubblici, all’epoca sostenuti da Storace e poi successivamente da tutti i presidenti di Regione, anche Zingaretti per ben due volte. Il problema è che questa autostrada non aiuta i pendolari, perché il tappo di ingresso a Roma rimarrà così com’è. Si pagherà un pedaggio di €13 andata e ritorno, quindi oltre alla truffa anche la beffa. Inoltre il tratto della Pontina tra Latina e Terracina rimarrà così com’è, e abbiamo avuto fino ad’oggi oltre 600 morti per incidenti in questo tratto, che credo che sia la peggior la strada con maggior numero di incidenti per chilometro. Da sempre facciamo questa battaglia civica con tutte le città percorse da questa inutile opera, proponendo la messa in sicurezza di tutta la Pontina. Prima si devono mettere in sicurezza i cittadini, poi si può portare avanti un progetto di treno-tram complanare alla Pontina per toglierle le macchine. In ultimo, chiediamo il trasporto merci su ferro, oggi al lumicino.

Come possiamo definire una grande opera? E perché domani si manifesta contro di esse?

Ci saranno centinaia di comitati mai indietreggiati contro la devastazione della propria terra. Non solo per le grandi opere autostradali, ma anche per gli inquinamenti, gli inceneritori e le trivellazioni. Scenderà in piazza l’Italia che vive e che lotta e che vuole tante piccole grandi opere: messa in sicurezza di strade e scuole e prevenzione del dissesto idrogeologico. Opere che porterebbero tantissimo posti di lavoro e che aiuteranno tutti. Questo diranno migliaia di cittadini indipendenti domani in piazza a Roma. Anche sul clima si parlerà, essendo molto in ritardo a causa di potenti che fanno scelte insensate. C’è bisogno di dare uno scossone positivo.

Oggi con il Movimento 5 stelle al Governo vi sentite più tutelati?

Ci sentivamo più tutelati quando stavano all’opposizione. Abbiamo sempre avuto il sostegno del M5S, ma oggi sembra che le cose siano cambiate. Basti vedere due tasselli negativi come la TAP ed il Terzo Vallico. Per la TAV si denota la difficoltà del M5S e con purtroppo la presenza di Salvini credo che rimarremmo da soli. Dovremmo resistere fino a che possiamo per bloccare queste opere perché i messaggi che arrivano sono negativi.

Secondo te, perchè per la TAV c’è sempre un’analisi costi-benefici differente?

Ognuno tira la coperta di Linus a secondo di come gli interessa. Quando 270 tecnici denunciarono la presenza di amianto e uranio in Val Susa, credevo bastasse per superare qualsiasi logica di costo-beneficio. La questione del costi-benefici non sembra interessi a nessuno, provò ad applicarla Toninelli prima che venne bocciata dal suo alleato di Governo. Si deve difendere la nostra terra e le comunità che ci vivono! Non è possibile che i pendolari siano l’ultimo pensiero. Tornando alla Pontina, con tutti gli incidenti la situazione è disastrosa, la linea ferroviaria presenta guasti… E nessuno se ne interessa.

Come finirà secondo lei questa storia della TAV?

Le carte le muovono continuamente. Son partite le gare per il tratto francese e non per quello italiano: è un caos. I nostri fratelli e sorelle della Val Susa hanno detto un chiaro e secco NO. Dovremmo continuare nella nostra giusta battaglia, anche se purtroppo sono le istituzione che votano queste scelte. Rimarremmo soli noi pendolari, noi comunità, noi contadini e noi cittadini.

Rinnoviamo l’appuntamento per domani!

L’appuntamento è alle 14:00 a Piazza Repubblica ed il corteo partirà verso le 15:00.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here