Coronavirus
Coronavirus.
Bar Lazio
onlusAssociazione la compagnia di gesù
Just fit
True Beauty lab

Era il gennaio del 2019, molti giornali lanciarono un allarme di carenza di posti letto e di respiratori negli ospedali del Lazio a seguito dell’influenza di quell’anno.

“Il sistema 118 Realt Time: in quasi tutti gli ospedali romani l’influenza sta provocando il sovraffollamento di pazienti nei reparti di Rianimazione. La scelta obbligata per alcuni è quella di trattenere i pazienti intubati nei pronto soccorso, causando a cascata problemi nell’assistenza in emergenza.”

ed ancora

“Anche all’ospedale G.B. Grassi di Ostia il fenomeno sta sottoponendo a superlavoro gli operatori: gli intubati rimasti al pronto soccorso ieri sono stati tre. I malati vengono costantemente monitorati e ventilati dalle macchine e dal personale che, però, deve fronteggiare anche tutte le altre emergenze tipiche di un pronto soccorso.”

Numerose furono le lamentele dei medici:

“Peraltro, lamentano i medici ospedalieri di tutta Roma, sono poche pure le aree di riabilitazione dove inviare i pazienti dopo il ricovero in terapia intensiva, letti spesso occupati anche da pazienti che dovrebbero stare già altrove per il loro bene e per l’ottimizzazione delle risorse sanitarie.”

Non furono ascoltate. Speriamo che nel 2021 lo Stato investa nel sistema sanitario evitando ulteriori tagli.

[VIDEO]-Coronavirus: rivolta nel carcere di Rebibbia, materassi in fiamme

krav-maga-national-academy
Mad Global Service
serral-3x3
Groupama Agenzia Roma Aurelio di Alessandro Buttinelli

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here