MAmanero
Bar Lazio
onlusAssociazione la compagnia di gesù
True Beauty lab

È giallo in Portogallo per la morte di una infermiera 48 ore dopo essersi sottoposta al vaccino anti Covid Pfizer. Nelle prossime ore verrà effettuata l’autopsia sul corpo della donna, 41 anni, per scoprire se quanto è successo sia o meno collegato alla somministrazione del siero. Sonia Acevedo, questo il nome della vittima, che lavorava nel reparto di pediatria presso l’Istituto nazionale di oncologia (IPO) a Porto, aveva ricevuto il vaccino il 30 dicembre, non aveva sofferto di effetti collaterali, poi il primo gennaio, a Capodanno, si è verificato improvvisamente il decesso. Per questo la famiglia vuole vederci chiaro. “Mia figlia stava bene – ha detto al quotidiano locale Correio da Manha il padre Abilio -. Non aveva avuto problemi di salute. Aveva fatto il vaccino ma non aveva avuto alcun sintomo. Non so cosa sia successo. Voglio solo risposte. Voglio sapere cosa ha portato alla sua morte”.

Il decesso dell’infermiera è stato confermato anche dall’Istituto di oncologia dove la donna lavorava. In un comunicato si legge che “il Consiglio di amministrazione conferma l’evento tragico ed esprime sincero rammarico a familiari e amici nella certezza che questa perdita si fa sentire anche qui. La spiegazione della causa della morte seguirà le normali procedure in queste circostanze”. Sonia, che aveva anche due figli, aveva prestato il proprio sevizio presso l’Istituto di riferimento nazionale e internazionale nel trattamento e nella ricerca sul cancro negli ultimi dieci anni. Viveva con la sua famiglia a Maia, vicino a Porto, ma è morta a casa del suo compagno a Trofa, a mezz’ora di macchina a nord della città portoghese. Poco dopo essere stata vaccinata contro il Coronavirus aveva condiviso sul proprio profilo Facebook una foto mentre indossava una mascherina: “Vaccinata!”, si poteva leggere sul post. Anche il Ministero della Salute è stato informato di quanto successo. Dopo l’autopsia, il corpo di Sonia farà ritorno a Maia per la sepoltura dopo una breve cerimonia a cui parteciperanno solo i membri della famiglia nel rispetto delle restrizioni anti Covid.

ITALIA ARANCIONE NEL WEEKEND, SLITTA ALL’11 GENNAIO LA RIAPERTURA DELLE SCUOLE SUPERIORI

ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE YOUTUBE

SEGUICI SU FACEBOOK  INSTAGRAM TWITTER

MAmanero

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here