Flyfarma

Svolta nelle indagini sulla morte della bambina di 6 anni rimasta uccisa in un incendio scoppiato la notte dell’8 gennaio in un appartamento di Servigliano, nel Fermano.

Dopo due settimane di accertamenti, i carabinieri hanno fermato la madre, una 38enne bulgara, che sarebbe indiziata di omicidio. La donna aveva raccontato di essere riuscita a salvare la figlia più piccola, che ha 4 anni, ma non la più grande.

Secondo quanto riferisce il “Resto del Carlino”, la donna avrebbe ucciso la piccola e poi l’avrebbe abbandonata tra le fiamme dell’incendio per eliminare le tracce. La tesi è stata formulata dal sostituto procuratore Francesca Perlini e accolta dal gip del tribunale, che ha disposto la custodia cautelare in carcere con l’accusa di omicidio volontario.

SEGUICI SU FACEBOOK TWITTER INSTAGRAM

ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE YOUTUBE

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here