MAmanero
Bar Lazio
onlusAssociazione la compagnia di gesù
True Beauty lab

Mario Draghi domani al Quirinale. Il presidente Mattarella lo ha convocato per mezzogiorno, dopo aver preso atto del fatto che non era possibile formare una maggioranza con i partiti del governo dimissionario.

Prima che il suo portavoce annunciasse la convocazione di Draghi, il presidente della Repubblica aveva fatto un accorato appello alle forze politiche di dare la fiducia a un governo di alto profilo. Conto di “conferire al più presto incarico per formare governo che faccia fronte con tempestività alle gravi emergenze non rinviabili”, aveva affermato.

In un drammatico discorso il Colle ha illustrato le due possibilità e spiegato perché non si può andare al voto: “Ora ci sono due strade alternative: dare immediatamente vita a un nuovo governo adeguato a fronteggiare le emergenze sanitaria sociale economica finanziaria o immediate elezioni anticipate”. Lo dice il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, dopo aver preso atto del fatto che non può nascere alcun governo dalla vecchia maggioranza. La crisi sanitaria ed economica “richiede un governo nella pienezza delle sue funzioni e non un governo con l’attività ridotta al minimo”. E ancora: “Un governo attività ridotta non può fare Recovery”, ha continuato. “Sul versante sociale, tra l’altro, a fine marzo verrà meno il blocco dei licenziamenti e questa scadenza richiede provvedimenti di natura sociale adeguati e tempestivi”, ha ricordato il presidente della Repubblica.

PROSEGUONO LE CONSULTAZIONI, EUROPEISTI: ‘LA PERSONA GIUSTA È CONTE’

ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE YOUTUBE

SEGUICI SU FACEBOOK  INSTAGRAM TWITTER

MAmanero

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here