MAmanero
Bar Lazio
onlusAssociazione la compagnia di gesù
True Beauty lab
Con un lungo post su Facebook, il 50enne Stefano Sorci racconta lʼincontro nel suo pub con “i ragazzi alla ribalta delle cronache”. E il suo sfogo riceve migliaia di commenti di solidarietà“E’ stata una mezz’ora, sul tardi, e non è successo nulla di particolare. Eppure, tutti i presenti, quella mezz’ora se la ricordano bene. Anzi, ne ricordano bene i primi dieci minuti, quelli sufficienti a fargli passare la voglia di restare”. Inizia così il lungo sfogo su Facebook del 50enne Stefano Sorci, titolare di un pub a Giulianello (Latina), in cui racconta il suo incontro “una sera d’inizio estate” con “i ragazzi alla ribalta delle cronache”, intendendo il branco dei fratelli Bianchi accusato di aver ucciso a calci e pugni Willy a Colleferro (Roma).

L’uomo ripercorre quei momenti e il terrore che lo pervarse davanti a tanta “prepotenza” e rivolge un pensiero al 21enne morto: “Provo solo una stima enorme per Willy e per la sua sterminata mole di coraggio racchiusa in uno scricciolo d’uomo. Io invece ho avuto paura e ho chinato il capo”. La solidarietà di tanti utenti: “Avere paura è umano”.

“Ho pensato con rabbia alla mia vigliaccheria, al mio non aver proferito parola, al mio averli serviti con educazione mentre mi mancavano palesemente di rispetto in casa mia, e anche al fatto che avevano la metà dei miei anni – è la riflessione di Sorci ripensando all’accaduto. – Ho pensato che avevo soltanto chinato il capo davanti alla prepotenza. Poi ho sperato di non vederli più, perché se fossero tornati non avrei sicuramente reagito neanche la seconda volta, e ho pensato che avevo avuto paura”.

E non poteva mancare il suo rimando a Willy, che si è trovato sulla stessa strada del branco. “Oggi, ripensandoci alla luce dei fatti recenti, forse non me ne vergogno più, provo solo una stima enorme per Willy e per la sua sterminata mole di coraggio racchiusa in uno scricciolo d’uomo”.

TGCom24

LEGGI ANCHE: IN 4 CONTRO 1 PER RIAVERE IL PALLONE, ACCOLTELLATO

ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE YOUTUBE

SEGUICI SU FACEBOOK  INSTAGRAM TWITTER

 

MAmanero

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here