Con il ritorno in serie A dell’ Hellas Verona il quadro delle venti squadre del campionato italiano 2019\2020 è completo, sono tuttavia ancora molte le panchine senza un padrone e molte le situazioni da chiarire.

Ecco il nostro borsino al 3 Giugno:

Atalanta: Pochissimo da dire, come già anticipato nei giorni scorsi su queste pagine, Gasperini ha deciso di giocarsi la Champions con l’ Atalanta, firma e rinnovo sul contratto per concludere il progetto insieme.

Possibilità di permanenza: ovviamente 100%

Bologna: sotto le due Torri aspettano solamente il si di Sinisa, il piccolo capolavoro compiuto con i rossoblu ha suscitato l’interesse di diverse squadre,si era addirittura parlato di Juventus. Tuttavia a Bologna sono sicuri di avere il progetto giusto per convincere Mhajlovic a rimanere, il serbo ci sta pensando.

Possibilità di permanenza: 70%

Altri candidati: Semplici 

Brescia: una squadra che sembra aver trovato la sua guida sicura in Corini, l’allenatore rimarrà anche la prossima stagione. Il problema per Corini sarà quello di mantere la panchina visti i precedenti di Cellino.

Possibilità di permanenza : 100%

Cagliari: molto chiara e serena la situazione sulla panchina del Cagliari, il matrimonio tra i sardi e Maran continuerà anche la prossima stagione.

Possibilità di permanenza : 100%

Fiorentina: tra le situazione più difficile da chiarire, il ritorno di Montella ha destato più di un dubbio, inoltre sembra che la società stia per passare di mano, in questo caso Montella si ritroverebbe ancora una volta, dopo il Milan, ad essere un allenatore di una Presidenza che non l’ha scelto. Gattuso è in pole per la sostituzione ma occhio anche al nome a sorpresa, Commisso, l’imprenditore italo-americano che vorrebbe i viola, potrebbe fare un tentativo per Spalletti.

Gattuso 50%

Montella 40%

Spalletti 10%

Genoa : la situazione del Genoa è veramente complicata da comprendere, da spiegare e sinceramente da giustificare. Sembra più che evidente che la società del Grifone sia vittima dei capricci del proprio Presidente. Prandelli difficilmente resterà, c’è l’opzione Semplici, ma il tecnico riflette vista la situazione, il nome nuovo è quello di Nicola ma attenzione perchè l’idea di un clamoroso ( ennesimo ) ritorno di Ballardini, non è del tutto da scartare.

Nicola 40%

Prandelli 20%

Semplici 20%

Ballardini 20%

Inter: quello che era il segreto di Pulcinella finalmente è diventato ufficiale, niente Juve, niente Manchester, niente Real, Conte e Marotta cercheranno di replicare quanto fatto a Torino. Tanta fortuna

Conte 100%

Juventus: Sarri si incontra con i dirigenti della Juve, Juve e Sarri sono ai dettagli, Juve e Sarri ecco la lista della spesa. Per quel che riguarda la Juve tutte le strade sembrano portare a Maurizio Sarri, tuttavia qualche dubbio lo nutriamo, anche oggi che si attende l’ufficialità, un nome molto importante e insospettabile potrebbe essere la sorpresa di questa estate.

Sarri 80%

Klopp 10%

Guardiola 10%

Lazio : tormentone finito, Lotito e Inzaghi ( con un grandissimo lavoro alle spalle di Tare ) trovano l’accordo e proseguono insieme il cammino. Prolungamento del contratto, garanzie tecniche e stima incondizionata dei giocatori più importanti sono gli elementi alla base di questa scelta.

Possibilità di permanenza : 100%

Lecce : a Lecce rimane Fabio Liverani, artefice di una promozione per nulla scontata, riporta in serie A una piazza molto importante che merita la massima serie. Nonostate diverse sirene da squadre più importanti Liverani si giocherà le sue chance con i giallorossi.

Possibilità di permanenza 100%

Milan : con l’ufficialità di Paolo Maldini come dt dovrebbe arrivare anche quella di Giampaolo, che sarà il prossimo allenatore dei rossoneri. In attesa che tutti si concretizzi ci teniamo una piccolissima percentuale di dubbio legata all’interessamento del Milan per Di Francesco.

Giampaolo 80%

Di Francesco 20%

Napoli : mai in dubbio la permanenza di Carlo Ancellotti sulla panchina dei napoletani

Possibilità di permanenza: 100%

Parma : altra piazza dove le idee sono chiare, si va avanti con D’ Aversa con l’obbiettivo di raggiungere un altra salvezza più o meno tranquilla come la stagione appena passata.

Possibilità di permanenza : 100 %

Roma : nelle ultime ora a Roma il nome più gettonato è quello di Fonseca, che recupera su De Zerbi, in tutta sincerità ci teniamo qualche legittimo dubbio su questi due nomi.La Roma , molto in segreto visto l’epilogo della “trattativa” per Conte, ha battuto e sta battendo anche altre piste, vedremo nei prossimi giorni.

Fonseca: 70%

De Zerbi: 20%

Benitez: 10%

Sampdoria: incassato l’addio di Giampaolo la Sampdoria sembra aver ristretto il campo del sostituto a tre nomi : Pioli, Di Francesco, De Zerbi, con i primi due favoriti. La notizia su questi allenatori sembra trovar conferma anche dal punto di vista tattico, visto che tutti e tre praticano un calcio offensivo e propositivo.

Pioli: 40%

Di Francesco : 40%

De Zerbi: 20%

Sassuolo: De Zerbi potrebbe fare la fine della “sora maria” e rimanere a Sassuolo, le pretendenti dell’allenatore infatti sembrano averlo posto come seconda scelta rispetto ad altri, allo stesso tempo De Zerbi non ha fretta e di certo non vuole bruciarsi andando in una piazza non convinta delle sue capacità. La permanenza tra i neroverdi per un altra stagione non è da escludere.

Possibilità di permanenza: 70%

Spal: Semplici andrà quasi certamente via, la società di Ferrara ha già un mezzo accordo con Andreazzoli, pronto a ripetere quanto di buono fatto ad Empoli, altri nomi al momento non se ne fanno, tempo una settimana e anche qua la situazione sarà definita.

Andreazzoli: 80%

Semplici: 10%

Baroni: 10%

Torino: pochi dubbi per Cairo, avanti tutta con Mazzarri anche il prossimo anno.

Possibilità di permanenza: 100%

Udinese: questa volta il ritorno di Tudor sulla panchina bianconera è valsa la salvezza, il croato siederà sulla panchina friulana anche per la stagione 2019\2020

Verona: prima della scelta dell’allenatore andrebbe chiesto al Presidente Setti che intenzioni abbia per il suo Verona. L’ultima stagione in serie A del Verona è stata a dir poco vergognosa, non degna del reale valore della Piazza. La città di Verona merita, come minimo, che il proprio Presidente provi ad allestire una squadra che possa salvarsi, le retrocessioni programmate come quella di due anni non servono al Verona e non servono al campionato.Per quanto riguarda l’allenatore Juric sembrerebbe ad una passo, sicuramente un nome importante per provare a salvarsi, Aglietti spera sempre nella grande occasione ma occhio a Mandorlini.

Juric: 60%

Aglietti:30%

Mandorlini: 10%

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here