Il “Codice Rosso” a tutela delle donne vittime di violenza. Il testo è stato discusso ieri alla Camera

Un disegno di legge che dia maggiori tutele alle donne che subiscono violenza. Il Codice Rosso nasce come pacchetto di norme che partono dalla formazione del personale preposto alla difesa delle vittime, a uno snellimento dei passaggi giudiziari nel momento in cui scatta una denuncia. Con noi l'onorevole Stefania Ascari, Movimento Cinquestelle, che tiene a sottolineare di avere avuto il sostegno di tutte le forze politiche, di cui sono stati accolti emendamenti e suggerimenti.

  • Alla Camera dei Deputati è approdato il disegno di legge del Codice Rosso, una norma che si pone l’obiettivo di tutelare le donne vittime di violenza. Capofila dell’iniziativa è la deputata pentastellata Stefania Ascari, membro della commissione Giustizia e antimafia, ma è un provvedimento condiviso da tutte le forze politiche, nell’ottica di sensibilizzare chunque al fatto che la sicurezza non  debba avere colori politici.

I punti principali – spiega l’onorevole Ascari –  riguarderanno innanzitutto le denunce, che saranno trasmesse subito al PM, e la donna dovrà essere ascoltata dal Magistrato entro tre giorni dall’avvio del procedimento. Inoltre la polizia giudiziaria dovrà dare priorità allo svolgimento delle indagini per tale tipologia di reati, e per finire, ma non meno importante, c’è l’aspetto legato alla formazione dei corpi di polizia. Naturalmente abbiamo previsto anche un inasprimento delle pene per chi usa violenza su donne e minori“. Una delle difficoltà più grandi per una donna al giorno d’oggi è riuscire a dimostrare di essere stata vittima di Stalking, al punto da indurla spesso a rinunciare e a convivere con la paura. “Abbiamo previsto anche questo – tranquillizza Ascari – , attraverso la formazione il magistrato stesso può più facilmente individuare quegli elementi che possono costituire un pericolo. Formare e favorire la specializzazione vuol dire agire nella direzione della prevenzione“.

Lara Morano

MAmanero

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here