I droni ucraini raggiungono la regione baltica, le esplosioni risuonano nel nord della Russia

Un incendio è scoppiato al terminal del Mar Baltico della Novatex, il più grande produttore russo di gas naturale liquefatto, ha detto domenica un funzionario regionale, aggiungendo che nella zona sono stati avvistati dei droni.


Foto: Profimedia/Manuale AFP/Profimedia

Un incendio in Russia

Secondo le prime informazioni non confermate si sarebbe trattato di un attacco di droni ucraini che volarono a una distanza di 1.100 chilometri e colpirono l'obiettivo.

“L'incendio al terminal Novatek nel porto di Ust-Luga non ha causato vittime. I dipendenti sono stati evacuati”, ha detto il governatore della regione di Leningrado Alexander Drostenko sull'applicazione di messaggistica Telegram.

Un incendio in Russia

Foto: Profimedia/Manuale AFP/Profimedia

Un incendio in Russia

Drostenko non ha spiegato cosa abbia causato l'incendio al terminal portuale sulla sponda russa del Golfo di Finlandia, 170 km a ovest di San Pietroburgo e 35 km dal confine estone.

L'agenzia di stampa russa Shot Telegram ha riferito che i residenti hanno sentito un drone e diverse esplosioni.

Il quotidiano Fontanka di San Pietroburgo ha riferito che almeno due droni stavano volando verso San Pietroburgo prima della notizia dell'incendio al terminal.

Tre grandi petroliere internazionali erano vicine all'incendio, ma non ci sono notizie di danni, ha detto Fontanka.

Baza, un'agenzia di stampa russa nota per i suoi legami con i servizi di sicurezza, ha pubblicato un video su Telegram di grandi fiamme in quello che sembrava essere un complesso industriale.

Drostenko ha detto che l'area è in “massima allerta” e che le autorità hanno convocato una riunione di emergenza.

Reuters non ha potuto verificare in modo indipendente i rapporti. Non c'è stato alcun commento immediato dall'Ucraina. Novatek non ha risposto immediatamente a una richiesta di commento.

READ  Live Partisan - Mega: Basket di qualità, serata emozionante e addio alla leggenda Dejan Milojevic - Basket - Sport

Il complesso Ust-Luga, lanciato nel 2013, trasforma il condensato di gas fisso in olio leggero e pesante, carburante per aerei, olio combustibile e gasolio, secondo il sito web di Novatek. Il porto facilita l'esportazione dei prodotti trasformati verso i mercati internazionali.

Novatek ha trattato nel complesso 3,4 milioni di tonnellate di condensato di gas fisso nella prima metà del 2023, in aumento dello 0,6% rispetto allo stesso periodo di un anno fa, secondo gli ultimi dati.

Russia e Ucraina hanno preso di mira a vicenda le infrastrutture energetiche e si sono impegnate in attacchi volti a interrompere le linee di rifornimento e la logistica, mentre una parte cerca di demoralizzare l’altra in una guerra durata quasi due anni che non mostra segni di fine.

Venerdì, un impianto di stoccaggio petrolifero a Bryansk, una regione della Russia occidentale al confine con l’Ucraina, è stato colpito da un attacco di droni, di cui Mosca ha attribuito la colpa a Kiev. Il giorno dopo l’attacco a un terminal petrolifero russo nel Mar Baltico, i funzionari russi hanno affermato che non ci sono riusciti.

L'attentato sarebbe avvenuto a San Pietroburgo tra mercoledì e giovedì notte.

I sistemi di difesa aerea russi hanno intercettato un drone durante la notte a San Pietroburgo, hanno detto giovedì i funzionari, il primo incidente del genere nella seconda città più grande del paese dall'invasione dell'Ucraina quasi due anni fa. L’Ucraina, invece, afferma di aver colpito degli obiettivi.

(Giornale del mattino)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *