5 sapori
Bar Lazio
onlusAssociazione la compagnia di gesù
olsa
True Beauty lab

Violenza e morte durante il derby Olimpia-Motagua. Gli incidenti, secondo una prima ricostruzione, sarebbero iniziati dopo che il bus della squadra ospite è stato attaccato con bottiglie e bastoni e proseguiti nella calca allo stadio. In ospedale anche 4 giocatori.

Le prime notizie parlano di tre morti e almeno sette feriti. È questo il bilancio provvisorio degli scontri avvenuti tra ultrà rivali durante la partita Olimpia-Motagua, a Tegucigalpa in Honduras. Gli incidenti sarebbero iniziati fuori dallo stadio.

L’AGGRESSIONE

Secondo quanto dichiarato dal presidente del Motagua Pedro Atala, il pullman della squadra è stato attaccato con lanci di bottiglie e a colpi di mazze di ferro dai tifosi dell’Olimpia. E tre giocatori Emilio Izaguirre, Roberto Moreira, Matias Galvaliz e Jonathan Rougier sono rimasti feriti e portati in ospedale.

LA CALCA

Il superclasico dell’Honduras tra Olimpia e Motagua è stato sospeso. I 10 mila tifosi già sugli spalti hanno quindi cercato di lasciare lo stadio, ma hanno trovato le vie d’iscuta bloccate dalla polizia che pare abbia usato gas lacrimogeni. Nella calca, alcune persone sono rimaste schiacciate. Ma è fuori dall’Estadio Tiburcio Carías Andino che si sarebbe scatenato l’inferno. Con i violenti scontri a colpi di mazze tra gli ultrà. Identificati due tifosi che hanno perso la vita Carlos Fernando Alvarado (26 anni) e Jeferson Banegas (24).

PARTITA A RISCHIO

La partita, alla vigilia, era stata ritenuta a rischio. E per questo sono stati utilizzati 5.000 agenti di polizia dentro e fuori lo stadio. Il presidente dell’Olimpia ha commentato gli atti di violenza degli ultrà della curva bollandoli come “sfortunati”.

 

5 sapori

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here