Giuseppe Conte
Giuseppe Conte
Bar Lazio
onlusAssociazione la compagnia di gesù
olsa
True Beauty lab

Giuseppe Conte è l’uomo del momento per la lotta al Coronavirus, nell’ambito sia italiano che europeo. Come la storia insegna ogni momento di emergenza, ha bisogno di un leader o di una figura che abbia la capacità di sostenerne il peso. Il Presidente del Consiglio ora è quel mediatore, che ha quelle caratteristiche che sono proprie di un uomo che sarà figura della storia europea.

Giuseppe Conte: casualità e “fortuna”

Analizziamo il contesto che si sarebbe potuto trovare qualsiasi Presidente del Consiglio in questo momento. Con dati alla mano, l’Italia è quel paese che è stata la prima vittima del Coronavirus. L’emergenza europea è iniziata con lo stato di emergenza italiano e i decreti-legge italiani hanno dato risonanza mediatica in tutta la Unione Europea.
“Grazie” alla situazione italiana, infatti, l’Europa ha iniziato a considerare il Coronavirus come crisi imminente. Grazie alla “sfortuna” italiana, ogni paese limitrofo ha avuto un punto di partenza organizzativo. L’Italia e la concretezza che ha avuto nella gestione emergenziale, è stato spunto per tutti gli altri paesi. Qualcuno potrebbe dire che potrebbe essere stata la Cina. Ma non avendo un ordinamento repubblicano e democratico, Essa non è stata misura per i paesi “occidentali”.
Gli strumenti istituzionali hanno reso la democrazia una risposta alla crisi del Coronavirus. Ogni Paese europeo sa che grazie agli interventi italiani hanno avuto una base per cominciare ad affrontare il problema. Questo lo si vede anche dai grandi ringraziamenti e messaggi di solidarietà inviati all’Italia da tutta la comunità e stampa europea: Germania con il Die Bild; il presidente del Consiglio Europeo Von der Layer.

Conte: virtù e capacità

Ora analizziamo la figura di Conte nel contesto italiano per risaltare la capacità che ha avuto nella gestione. Nonostante le discussioni sulla tempestività delle misure, al presidente bisogna riconoscere una figura politica non indifferente. Già dal primo decreto, Conte ha avuto la capacità di prendersi la completa responsabilità. Ovviamente, questo dovuto anche ai poteri che si danno all’esecutivo in stato di necessità e di urgenza (articolo 77 Costituzione italiana). La prima azione è stata di parlare con tutte le forze politiche mettendo subito pace ai vari conflitti. Infatti, nel primo periodo ha messo a tacere tutte le discussioni non rilevanti per affrontare uno stato di emergenza.
Mediatore interno tra le opposizioni partitiche.
Inoltre, Giuseppe è il punto di incontro tra quelle due parole che caratterizzano lo scontro secolare della democrazia: Populismo e Tecnocrazia. Con le competenze acquisite nei suoi studi universitari, ha usato strumenti istituzionali immediati per affrontare la sfida. Con le competenze comunicative, ha riunito tutta la popolazione italiana davanti alle sue dirette social. Sta quindi accentrando su di lui le competenze tecnocratiche e competenze populiste: informazioni non mediate ma con contenuto. Con le sue lacrime ha dimostrato di essere vicino ai cittadini, ma anche il politico che l’Italia richiedeva da tempo.


(lacrime di Giuseppe Conte)

Italia: Unione fra i due mondi

Come già detto, le misure italiane sono state spunto per gli altri paesi europei, ma anche centro di una politica europea più solidale. Il Presidente del Consiglio italiano con pugno duro ha dimostrato tutte le lacune europee. Ha reso più visibile che l’UE non ha ancora delle linee politiche ed economiche uguali per tutti. Per riprendere parole del Presidente: “ora l’Europa non può agire asimmetricamente per affrontare questa crisi”. Con questa espressione ha denunciato e reso pubblico in tutta Europa la mancanza di uno spirito europeo.
Per questo motivo ha rilasciato interviste a varie TV straniere di rilevanza per parlare all’opinione pubblica. Agendo in questo modo, ha sicuramente messo le basi per iniziare a costruire “il sentirsi europeo”. (vedi: intervista al canale televisivo tedesco “Ard”; intervista TV spagnola “La Sexta”). Di sicuro continuerà a farsi sentire in tutte le altre opinioni pubbliche nazionali.
La rilevanza italiana è sicuramente ampliata dalle capacità di mediazione di Giuseppe Conte. Ripeto che i suoi decreti-legge sono stati fonte di consiglio per gli altri paesi europei. Ma da aggiungere anche la capacità di mediare con le varie potenze europee, per trovare una manovra economica comune.
L’opposizione tedesca ed olandese è stata sicuramente sconfitta dalle centinaia di video-conferenze tra Conte e i leader nazionali europei. Sta incentivando a trovare un punto in comune tra tutte le sovranità nazionali. Tutto per formare quel punto d’incontro di nome: Unione Europea.

Conclusioni: Conte come figura dei futuri libri di storia

“Non stiamo scrivendo un manuale di economia, ma un libro di storia”.
Con queste parole, Conte ha messo la sua figura al centro dei presenti avvenimenti. E come la Storia insegna, ogni periodo storico e rivoluzione ha bisogno del suo leader. Possiamo considerare Giuseppe Conte il rappresentante del cambiamento europeo, come l’anno scorso Greta Thunberg è stata leader del capitolo “green”. Inoltre, per ricordare il bipolarismo di “fortuna” e virtù di Machiavelli: Conte con le sue capacità è il “principe” che tiene sotto controllo gli avversi avvenimenti scagliati dal caso. Ha raccolto le sfortune italiane per costruire non solo una nuova europea, ma anche un concetto nuovo di politica. E come un bravo “principe”, Conte lo sa che ogni sua parola ha più rilevanza delle altre nazioni in questo momento. Perché è più di un politico, ora sta diventando un simbolo.
Conte sta facendo nascere quello spirito europeo che non si sentiva da un po’ nelle alte élite europee. Per riutilizzare (sicuramente in modo inappropriato) le parole di Hegel che vide lo spirito europeo su un cavallo bianco riferendosi a Napoleone:
In questo momento stiamo vedendo lo spirito europeo vestito con giacca e cravatta.

krav-maga-national-academy
Mad Global Service
serral-3x3
Groupama Agenzia Roma Aurelio di Alessandro Buttinelli

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here